Lunedì 03 Gennaio 2011

Nuova seggiovia per la Bergamasca
Selvino pensa a rilanciare lo sci

È destinata a rilanciarsi la pista del monte Purito, a Selvino. Merito degli investimenti messi in campo dall'Amministrazione che, riprendendo una tradizione sciistica che aveva fatto del Purito (la cosiddetta «montagna di Selvino») la palestra di sci per molti campioni, ha recentemente investito mezzi e risorse per potenziare la pista, dotandola di una nuova seggiovia biposto.

Il progetto di riqualificazione della pista verrà presentato mercoledì 5 gennaio alle 20,45 nella Sala congressi, durante un'assemblea pubblica, dal titolo «Monte Purito. È arrivato il momento di risalire...», convocata dall'Amministrazione comunale e dagli stessi campioni dello sci selvinese.

Ma perché investire sulla pista del Purito? Semplice, è perfetta per lo sci. Il suo pendio a prato consente di trattenere a lungo la neve, che può essere così «lavorata» con facilità dal battipista e ogni giorno innevata con due cannoni sparaneve. E poi ha un record da difendere. A detta di molti, è la pista di sci attrezzata più corta d'Europa: infatti, è lunga 90 metri e larga 60. Gli sciatori risalgono il pendio, utilizzando un tappeto mobile lungo 80 metri che, alla velocità di un metro al secondo, li conduce alla sommità. Presente anche un sistema di cronometraggio elettronico, che fornisce i tempi di discesa. E alla partenza è stata costruita una gradinata con panche il legno, che permette a 300 persone di assistere alle esibizioni degli atleti.


Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 3 gennaio

fa.tinaglia

© riproduzione riservata