Lunedì 24 Gennaio 2011

Mille allo spettacolo per Yasmin
raccolti quasi diecimila euro

Sono stati più di mille, nel teatro del seminario vescovile di Bergamo Alta, coloro che non sono voluti mancare alla raccolta di fondi per la piccola Yasmin, la bimba siriana di 9 anni affetta dalla spina bifida, giunta a Bergamo grazie a Eos - La stella del Mattino di Mozzo, l'associazione che ha come sua mission l'aiuto a famiglie di bambini costretti a lunghe ospedalizzazioni.

Per lo spettacolo con protagonisti i Free Voices Gospel Choir sono stati 960 i biglietti venduti, si è registrata la presenza di 30 ospiti e di tutti i ragazzi di Eos, una quarantina. E tra il pubblico c'era anche lei, la piccola Yasmin che, «protetta» da un attento cordone di amici e parenti, si è molto divertita.

Alla fine l'associazione Eos ha simbolicamente consegnato un assegno di 8.000 euro, cui si sono aggiunti più 1.300 euro di offerte libere

Per Yasmin i riflettori ora si spengono e, da lunedi 24 gennaio, inizia la trafila di esami e visite: secondo il primo responso dei medici dovrà essere operata in neurochirurgia. La spina bifida è una malattia della colonna vertebrale e del midollo spinale che a tutt'oggi non conosce cura. Ciò non toglie che si possa fare molto per migliorare la qualità della sua vita, ed è proprio per questo che è arrivata a Bergamo.

Si valuterà il grado di funzionalità renale e il tipo di incontinenza vescicale di cui soffre. Senza contare le indagini radiografiche e le diagnosi ortopediche e fisioterapiche. Visite specialistiche impensabili in Siria che hanno incontrato la disponibilità di Giuseppe Locatelli, già direttore della Chirurgia pediatrica degli Ospedali Riuniti, e di Giuseppe Remuzzi, coordinatore dell'attività di ricerca dell'Istituto Mario Negri di Bergamo e del Centro di Ricerche Cliniche per le Malattie Rare "Aldo e Cele Daccò" di Ranica.

Yasmine cammina con enorme fatica roteando il bacino sempre alla ricerca di un punto d'appoggio per non cadere. Per questo le sono necessari ausilii per muoversi con meno disagi come un paio di scarpe ortopediche, il girello e la sedia a rotelle.

Per informazioni: 346.3977426 oppure info@eoslastelladelmattino.it

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags