Martedì 01 Febbraio 2011

Yara, Facebook scrive a Maroni
E le ricerche continuano senza sosta

«Ministro Maroni, le chiediamo di intervenire affinchè il dispiegamento di forze messe in campo per riportare a casa Yara Gambirasio non venga ridotto». Il gruppo nato su Facebook a fine novembre per trovare la giovane di Brembate Sopra ha indetto una nuova iniziativa volta a mantenere alta l'attenzione delle autorità. On line è stata quindi creata una cartolina indirizzata a Roberto Maroni che è stata anche inviata alla pagina di Facebook del ministro.

E se il gruppo dichiara on line che le ricerche sono state sospese, la notizia non risulta corretta: le indagini così come le ricerche da parte della polizia e dei carabinieri, insieme a diversi gruppi di volontari, stanno proseguendo senza sosta e non sono mai state sospese dal 26 novembre scorso, quando Yara è scomparsa. Nella giornata di martedì 1° febbraio è stata infatti setacciata la zona di Ambivere fino alle pendici del monte Canto, così come nella giornata di lunedì 31 gennaio si è cercato lungo il fiume Adda, spingendosi fino a Cassano.

Intanto il gruppo di Facebook si appella al ministro: «La esortiamo - scrivono - a continuare ad incoraggiare chi, seppur fuori da ogni obbligo giuridico, sta sacrificando famiglia e vita privata per tornare a dare una speranza alla famiglia di Yara».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata