Mercoledì 02 Febbraio 2011

Seriate punta sulla sicurezza
Più telecamere su parchi e scuole

Entro l'estate saranno installate sul territorio di Seriate nuove telecamere per controllare quartieri, strade, scuole, parchi. Il numero di telecamere sarà stabilito dal progetto di fattibilità; intanto c'è la cifra spendibile: 30 mila euro di cui il 70 per cento circa finanziato dalla Regione Lombardia, pertanto al Comune resta una spesa di circa novemila euro.

Ma il territorio sarà ampiamente tutelato secondo il Piano di Potenziamento della videosorveglianza presentato alla Giunta Comunale dal comandante della Polizia Locale, Giovanni Vinciguerra. L'obiettivo è la tranquillità e la sicurezza dei cittadini e delle famiglie, saranno monitorati in particolare i luoghi più frequentati: scuole e parchi, e la Zona 167 dove si segnalano giostre di motorini, rumorose e pericolose per i passanti. Alcune telecamere saranno in modalità wireless, senza fili, capaci di una rotazione a 360 gradi, e dunque in grado riprendere uno scenario completo nella località.

Le normali telecamere ruotano di 90 gradi. Le wireless inoltre possono anche zoomare su un obiettivo in modo da rendere un servizio più fedele e appropriato per eventuali indagini giudiziarie in seguito a rapine o altri eventi criminosi. Il progetto di fattibilità dovrà valutare anche la rispondenza dell'antenna sul campanile, o se invece si debba prevederne un'altra. Agli accessi principali della città saranno poste telecamere fisse che puntano specificatamente sulla targa del veicolo in entrata e in uscita.

Gli accessi individuati sono: via Italia (continuazione di via Borgo Palazzo da Bergamo), via Nazionale (da Albano), via Marconi (dall'autostrada), via Paderno (da Grassobbio e dalla tangenziale), Piazzale Caduti (incrocio di provenienze da tutti i punti cardinali).

Leggi di più su L'Eco di Bergamo del 2 febbraio

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags