Mercoledì 02 Febbraio 2011

Bombana, miglior
chef dell'Asia

Umberto Bombana, clusonese da anni a Hong Kong, palma di miglior cuoco d'Asia, ha agguantato due stelle nella guida Michelin fresca di stampa. Ai suoi tavoli celebrità e pezzi da novanta della finanza fanno la coda. I casoncelli, testualmente «Bergamo ravioli, roast meat, pancetta ham and sage», li ha messi nel suo menu bi-stellato.

«E ho scritto casunsei, in dialetto. Proprio come si deve dire...» dice. Bergamo nel mondo ha tanti biglietti da visita, anche se a volte non ci fa caso. Persone che hanno fatto strada, il cui lavoro dice più di mille campagne pubblicitarie. A caccia di questi ambasciatori in pectore sta andando la Provincia, con l'obiettivo di promuovere il territorio (anche) in vista dell'Expo 2015. In Lombardia arriveranno visitatori a frotte e Silvia Lanzani, assessore titolare, lo dice chiaro: «Vogliamo che scelgano anche di venire a Bergamo». E come meglio promuoverci all'estero, se non consegnando la bandiera orobica ai nostri conterranei «doc»? «Bombana è uno dei primi a cui abbiamo pensato». Anche perché con il tema dell'Expo, «Nutrire il pianeta, energia per la vita», casca a fagiolo.

Già chef notissimo negli Usa, Bombana ha 47 anni e dal 1993 sta a Hong Kong dove, dopo al «Tuscany» del Ritz Carlton, dal 2010 lega il suo nome al già blasonatissimo «8 e 1/2 da Bombana».

Leggi di più su L'Eco di Bergamo del 2 febbraio

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags