Venerdì 25 Febbraio 2011

Intascò 40 mila euro del conto
Condannato l'ex sbandieratore

Nel 2007 aveva sottratto 40 mila euro dalle casse della Lega italiana Sbandieratori (Lis), di cui all'epoca ricopriva l'incarico di tesoriere. È con questa accusa che mercoledì, il Tribunale di Treviglio, in primo grado, ha condannato C. Z., 39 anni di Urgnano, a sedici mesi di reclusione e al pagamento di 1.200 euro di multa per appropriazione indebita, pena sospesa.

La sentenza ha stabilito che l'uomo dovrà risarcire l'organizzazione nazionale degli sbandieratori, che si era costituita parte civile nel processo, con il versamento di 12 mila euro di risarcimento. La denuncia era scattata nel 2007, a seguito di un grave infortunio capitato ad un ragazzo di Camaiore, in provincia di Lucca. Durante uno spettacolo, una bandiera sfuggita di mano lo aveva colpito in pieno volto provocandogli la perdita di un occhio.

L'assicurazione si era rifiutata di rimborsare l'infortunio perché non risultava esserci la copertura, compito spettante proprio alla tesoreria dell'associazione che dal 2000 era gestita dal 39enne di Urgnano. Da qui era partita un'indagine da cui si era scoperto l'ammanco di 40 mila euro dalla cassa.

Sentito per una replica, il 39enne ha ammesso di avere utilizzato parte del fondo dell'associazione per risolvere alcuni problemi finanziari della propria azienda, ma di avere già provveduto a restituire i contanti.

Leggi di più su L'Eco di venerdì 25 febbraio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata