Mercoledì 09 Marzo 2011

Amianto killer: 62 siti da bonificare
A Oltre il Colle il più grande in regione

Amianto killer. Sono 62 i siti di proprietà pubblica in Lombardia contaminati in modo grave con l'amianto. Il più grande, e l'unico nella Bergamasca, è a Oltre il Colle: si tratta del condominio Alben in località Conca Alben, una struttura alberghiera ormai dismessa, che nel punteggio (4.512) supera un sito di Limbiate (3.831), l'ospedale Salvini-Corberi.

Il Comune nelle condizioni più preoccupanti a Sesto San Giovanni che ha ben 9 siti contaminati gravemente dall'amianto. Varese e a quota 4 e Broni 3. Sessantadue siti in totale. È la punta dell'iceberg della mappa delle bonifiche redatta dalla regione che si prepara a varare una nuova legge.

Si punta a interventi che facilitino l'apertura di discariche ed ospedali per le cure. In Lombardia c'è una sola discarica autorizzata ed è già satura. «Dobbiamo essere autosufficienti a livello regionale - ha sottolineato l'assessore regionale al Territorio, Daniele Belotti -. Dobbiamo riuscirci entro il 2015»

Condomini, ospedali, capannoni, persino palestre, scuole e centro anziani. Sono in totale 44.004 i siti in Lombardia con presenza di amianto (28.061 sono ancora da bonificare) e 62 sono i siti pubblici con priorità d'intervento con bonifica. L'obiettivo è di ripulire totalmente la regione.

L'unica discarica attiva è quella di Cavriana, in provincia di Mantova, che in tre anni si è saturata. È stata quindi rilasciata l'autorizzazione alla Profacta per realizzarne una nuova dalle dimensioni limitate (80 mila mq) a Brescia. Altri sei impianti tra Bergamo, Brescia e Cremona attendono il via. 

m.sanfilippo

© riproduzione riservata