Sabato 16 Aprile 2011

Yara, si cerca un polacco
Era elettricista a Mapello

L'indiscrezione è emersa dalla trasmissione Mediaset di Quarto Grado: fin dai giorni in cui il cantiere di Mapello è stato controllato dalle forze dell'ordine, gli inquirenti starebbero cercando P. R., elettricista di origine polacca di 37 anni, non più rintracciato dal 27 novembre. Il giorno dopo la scomparsa di Yara Gambirasio, l'elettricista ha lasciato l'albergo di Mozzo dove dormiva con altri colleghi e si è dissolto nel nulla, senza lasciare alcuna informazione nè ai colleghi nè agli amici.

Il trentasettenne straniero risulta ricercato, ma non indagato: potrebbe avere informazioni utili sulla vicenda di Yara e dovrebbe anche spiegare il motivo della fretta con cui ha lasciato la Bergamasca. Al momento le indagini non hanno portato a nulla di rilevante, ma l'uomo è tuttora ricercato.

L'elettricista lavorava a Mapello con altri colleghi di un'azienda polacca incaricata di curare gli impianti per conto di un'azienda di Bergamo. Con lui una trentina di connazionali: come molti di loro anche P. R. utilizzava un furgone - che potrebbe essere quello bianco più volte emerso dalle indagini sul caso di Yara - e frequentava lo stanzino interrato pieno di cavi elettrici dove i cani molecolari hanno fiutato con insistenza l'odore di Yara.

Non si sa se le ricerche dell'uomo siano state avviate anche in Polonia: l'elettricista aveva dichiarato il giorno prima di andarsene che il lavoro mancava e che aveva il desiderio di ritornare a casa.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata