Giovedì 21 Aprile 2011

Vedeseta, apre il campo Gulliver
Socializzazione e gioco per crescere

Il 1° maggio, a Reggetto, frazione di Vedeseta, in Valle Taleggio, aprirà un campo educativo Gulliver, gestito dalla cooperativa sociale Azimut, onlus fondata nel 2001 con sede a Trezzo. Ma l'avventura dei campi educativi Gulliver nasce almeno 15 anni fa, con le attività rivolte ai ragazzi in Sardegna – esperienza che continua ancora oggi – e in Lombardia.

«Finora i campi si erano svolti sempre in strutture private prese in affitto, alberghi o agriturismi – dice Sergio Cogo, responsabile dei campi Gulliver –. A Vedeseta, finalmente, avremo la prima sede di nostra proprietà, ricavata in una vecchia baita ormai in disuso». La baita, denominata Rondanino, a Reggetto di Vedeseta, è raggiungibile dalla piazzetta della frazione, dopo un centinaio di metri di strada sterrata. Il campo educativo è stato ricavato in un anfiteatro naturale circondato dal bosco, con tre grandi prati a disposizione per le attività.

La baita, con architravi a vista e rivestimenti in legno che rendono l'accoglienza tipica di un rifugio alpino, dispone di un refettorio e salone per attività a piano terra da 85 metri quadrati, cucina industriale, servizi, alloggio per responsabili e locale multiuso, un dormitorio per circa 40 posti al piano superiore, due soppalchi, uno spazio coperto da 120 metri quadrati esterno e zona lavaggio stoviglie interna ed esterna. Attorno alla baita, inoltre, vengono montate grandi tende sopraelevate (sorta di palafitte) destinate ad alloggio dei ragazzi più grandi.

Agli ospiti viene proposta un'«avventura» fatta di gioco, socializzazione e impegno. È rivolto a ragazzi dagli otto ai 15 anni, con quattro turni estivi di una decina di giorni ciascuno, da giugno a luglio.

Dunque il 1° maggio, dalle 14.45, l'inaugurazione, con la presentazione del progetto. Durante la giornata canterà il coro «Fiocco di neve» di Ispra (Varese). L'iniziativa ha avuto il patrocinio della Presidenza della Regione Lombardia, della Comunità montana Valle Brembana e del Parco delle Orobie.

Info sul sito www.campogulliver.it

Leggi di più su L'Eco in edicola giovedì 21 aprile

a.ceresoli

© riproduzione riservata