Giovedì 12 Maggio 2011

Un nuovo welfare sociale
per i lavoratori somministrati

L'evoluzione delle esperienza bilaterali, dalle originarie forme di tutela dei lavoratori dei settori produttivi più frammentati, poi consolidatesi grazie al profondo e sempre più ampio radicamento nelle relazioni sindacali, consente oggi di proiettare la loro azione verso obiettivi che si inseriscono a pieno titolo nella costruzione di un nuovo modello di welfare.

La bilateralità può offrire azioni di aiuto sempre più accentuate negli interventi di sostegno del reddito e di supporto nella costituzione di forme di previdenza complementare, anche nei settori contraddistinti da maggior flessibilità del lavoro e in particolare il comparto della somministrazione, cioè delle agenzie interinali.

Per questo la Felsa Cisl è impegnata a organizzare una serie di seminari e convegni in concomitanza con l'avvio di FonTemp (il fondo negoziale per la gestione della previdenza integrativa) per far conoscere e aderire i lavoratori somministrati. A Bergamo l'appuntamento è per giovedì 19 maggio, nel salone dei Riformisti della sede Cisl di via Carnovali, dalle ore 10.

Il titolo dell'incontro è «Prestazioni, tutela e rappresentanza nella somministrazione per un nuovo welfare sociale», e vedrà gli interventi di Giovanni Magni, segretario Felsa di Bergamo; Silvia degl'Innocenti, Segretario nazionale Felsa; Angelo Marinelli, consigliere di amministrazione di FonTemp, e Claudio Soldà, di Adecco Italia. Le conclusioni della giornata sono affidate a Ferdinando Piccinini, segretario generale della Cisl di Bergamo.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata