Migliora l'atleta dopo il malore
nello stage autodifesa di Grumello

È ancora ricoverata in prognosi riservata agli Ospedali Riuniti di Bergamo, seppur in via di miglioramento, la trentaquattrenne di Verona che venerdì è caduta durante l'allenamento nel corso di uno stage di autodifesa Krav Maga, un metodo di combattimento israeliano.

Migliora l'atleta dopo il malore nello stage autodifesa di Grumello

È ancora ricoverata in prognosi riservata agli Ospedali Riuniti di Bergamo, seppur in via di miglioramento, la trentaquattrenne di Verona che venerdì è caduta durante l'allenamento nel corso di uno stage di autodifesa Krav Maga, un metodo di combattimento israeliano, che si stava svolgendo nella palestra comunale vicina alla scuola media di Grumello, in via Don Belotti.

Da quanto si è saputo nelle ultime ore, molto probabilmente la trentaquattrenne è stata colta da un malore e proprio per questo sarebbe caduta per terra, priva di sensi. I suoi compagni di stage l'hanno subito soccorsa e hanno informato il 118, intervenuto sul posto con l'eliambulanza, atterrata in un'area vicina la palestra. La donna è stata intubata e trasportata d'urgenza agli Ospedali Riuniti, dove le è stato riscontrato un grave ematoma.

Sembra che già nella serata di venerdì il quadro clinico della veronese fosse lievemente migliorato. Un miglioramento confermato anche sabato: la trentaquattrenne ha continuato a rispondere alle cure mediche. Allo stage di venerdì nel palazzetto dello sport di Grumello hanno partecipato numerosi sportivi da tutta Italia. La vicenda dell'atleta ha destato profonda impressione tra gli appassionati di questa disciplina.

Leggi di più su L'Eco di domenica 22 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA