Mercoledì 25 Maggio 2011

Andar per stambecchi, entusiasmo
per la prima tappa del Parco Vivo

Grande entusiasmo per la manifestazione «Andar per stambecchi», prima tappa di Parco Vivo 2011, iniziativa organizzata dal Parco delle Orobie Bergamasche per amanti della natura, turisti e famiglie che, per tutta l'estate, avranno la possibilità di partecipare a degustazioni, escursioni e visite guidate ad ingresso libero e gratuito.

Sabato 22 maggio, guidati da Mirco Bonacorsi, Chiara Crotti e Juri Belotti, esperti del Parco delle Orobie Bergamasche, gli escursionisti sono partiti da Valbondione, binocolo e macchina fotografica alla mano, alla ricerca di punti privilegiati per osservare gli stambecchi, che in questa zona, specialmente in primavera, tendono a spingersi a quote più basse, fino a raggiungere le caratteristiche baite che costituiscono l'antico borgo di Maslana.

Il gruppo ha seguito un itinerario studiato ad hoc per osservare quel che rimane delle attività che in passato contribuivano al sostentamento delle popolazioni della Val Seriana, facendo tappa agli «Aral», siti di produzione del carbone, e al vecchio piano inclinato, utilizzato per la costruzione della diga del Barbellino. A seguire, la comitiva ha visitato l'orrido del «Goi del Cà», cioè il Gorgo del Cane, che, con la sua cascata ed il profondo pozzo, nei secoli è stato foriero di molte leggende, che le guide del Parco hanno raccontato all'interessato gruppo di visitatori.

L'escursione è terminata all'Osservatorio floro-faunistico di Maslana, dove sono state proiettate diapositive sulla costruzione della diga del Barbellino, sulla flora e la fauna tipiche delle montagne bergamasche; queste fanno del Parco delle Orobie un comprensorio dalla ricchezza naturalistica unica, caratterizzata, oltre che dalle specie alpine più diffuse, dalla significativa presenza animali, fiori e piante che vivono esclusivamente in questa zona.

La ricchezza del patrimonio ambientale è tale che anche le scuole sempre più spesso decidono di organizzare una gita fuori porta all'Osservatorio di Maslana, che costituisce un punto di osservazione privilegiato, sicuro e facilmente raggiungibile anche dai bambini e dagli escursionisti meno esperti. Mercoledì e venerdì infatti, a precedere l'escursione di Parco Vivo, sono saliti all'Osservatorio gli alunni di Alzano Lombardo e di Vallalta di Albino.

Il mese di maggio si è chiuso con la visita delle scuole di Leffe facendo registrare, nelle sole ultime due settimane di maggio, la partecipazione di oltre 110 alunni. L'edizione 2011 di Parco Vivo prosegue fino a settembre con visite guidate, escursioni, sagre, degustazioni e incontri divulgativi, tutti a ingresso libero e gratuito. Il prossimo appuntamento è per il 7 luglio a Mulino di Baresi, quando la mostra di Stefano Torriani - disegnatore del mensile Orobie e noto illustratore di soggetti naturalistici - aprirà le «Pagine Verdi», grande novità dell'edizione 2011 della kermesse.

A seguire il 16 luglio sarà la volta dell'imperdibile appuntamento con la camminata enogastronomica che si concluderà all'Osservatorio di Maslana, dove, tra le 21.30 e le 22, sarà possibile ammirare lo spettacolo dell'apertura delle cascate del Serio in notturna. Il programma completo degli eventi è consultabile sul sito www.parcorobie.it

m.sanfilippo

© riproduzione riservata