Mercoledì 25 Maggio 2011

Bergamo, Roma e Vicenza:
unificate le Province delle Poverelle

Si è appena concluso il capitolo per la “provincia” italiana delle Poverelle. È stata eletta la nuova provinciale e le nuove consigliere. Invio il comunicato che ci è stato inviato dalle Poverelle stesse, con una foto relativa alle nuove responsabili.   

Le Suore delle Poverelle, attualmente presenti e operanti oltre che in varie zone d'Italia in Africa (Congo, Costa D'Avorio, Malawi, Kenya e Burkina Faso) e in America Latina (Brasile e Perù), hanno tenuto dal 10 al 23 maggio, alla Villa Plinia di Bergamo il «Capitolo costitutivo della Provincia italiana», che ha sancito l'unificazione delle tre precedenti  Province religiose di Bergamo, Roma e Vicenza.
 
Una cinquantina di suore, rappresentanti di tutte le zone, hanno cercato insieme, nel confronto e nella preghiera, orientamenti e scelte operative che possano fare di questa «riorganizzazione dei confini e dei compiti» una «profezia» di comunione e una «testimonianza» capace di tradurre in gesti concreti la missione di essere «segni della misericordia di Dio» nella Chiesa e ovunque, nei luoghi dove siamo chiamate ad operare.

Ecco il nuovo consiglio della Provincia d'Italia delle Suore delle Poverelle:
Superiora Provinciale: suor MARINA GHILARDI di Fiobbio  (BG)

Professa nel 1984, nei primi anni  ha svolto servizio come insegnante nella nostra Casa a Lentini (SR);  dal 1995 al 2003 è stata segretaria della Provinciale di Roma e poi superiora della Casa di spiritualità di Roma La Storta; nell'agosto del 2007 è diventata segretaria generale, acquisendo così una più significativa conoscenza non solo delle realtà italiane, ma anche di quelle dell'Africa e dell'America Latina dove operano le Poverelle.
Il 20 maggio 2011 è stata nominata Superiora provinciale della neo-costituenda Provincia d'Italia.

Consigliere elette dal Capitolo il 21 maggio 2011:
Suor CARLA FIORI, nativa di Gardone Val Trompia (BS)
Professa nel 1986 ha svolto il suo servizio principalmente nei campi della grave marginalità: nella grande casa di Brescia che accoglie minori e donne in difficoltà, Passirano (BS), casa zonale della Carità per adulti della “bassa soglia” e Caprilo (BS), un centro polifunzionale di servizi (comunità per minori, centri di pronto intervento, servizio affidi…)

Suor STEFANIA PUSINERI, di Bergamo
Professa nel 1990, per circa una decina d'anni ha lavorato nell'animazione giovanile e vocazionale a livello italiano; ha poi vissuto buona parte del suo servizio nella grande Casa di Grumello, una RSD (Residenza Sanitaria Disabili), prima come educatrice e ora come superiora  di comunità.

Suor ORNELLA BARATELLI, nativa di Casnigo (BG)
Professa nel 1974 porta con sé l'esperienza della presenza nella pastorale delle parrocchie, in particolare in varie zone del Sud e, negli ultimi anni, la ricca esperienza nella zona di Napoli Scampia con presenza nel carcere di Secondigliano (NA)

Suor CINZIA NICOLI, nativa di Gaverina (BG)
Professa nel 1988 ha dedicato energia e passione in vari servizi educativi ed assistenziali della città di Bergamo, in particolare nelle Case Famiglia del Villaggio e al Nuovo Albergo Popolare, dove attualmente risiede come superiora di comunità. Da alcuni anni è nel Direttivo della Caritas diocesana e dell'Associazione FAMIGLIAPERTA

La nuova Superiora provinciale risiederà a Roma in Via Bofondi, 6; potrà avvalersi anche della sede amministrativa in Brescia, via Bronzetti, 17.

Domenica 22 maggio, memoria liturgica del Fondatore Beato Luigi Maria Palazzolo, nella chiesa di Casa Madre, si è tenuta una solenne concelebrazione per invocare benedizioni sul nuovo cammino e per esprimere affetto e gratitudine per quante in tutti questi anni sono state sorelle e guida per le comunità e le suore dell'Italia.

Il Capitolo si è concluso lunedì 23 maggio 2011 con la celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo, mons Francesco Beschi.

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags