Sabato 25 Giugno 2011

Corpus Domini, domenica
la processione a Gandino

Un'espressione di grande fede e di religiosità popolare che si tramanda da secoli. La comunità di Gandino si appresta a vivere domenica 26 giugno il tradizionale l'appuntamento con la processione del Corpus Domini, che prenderà le mosse dalla Basilica di S. Maria Assunta dopo la solenne concelebrazione delle ore 10.

Presiederà la concelebrazione mons. Angelo Gelmi, gandinese, vescovo di Cochabamba in Bolivia, mentre la processione sarà guidata dal prevosto don Innocente Chiodi, a Gandino dal 2010 e per la prima volta impegnato nei festeggiamenti.

Non mancheranno le Confraternite (ne sopravvivono ancora quattro in parrocchia) e in particolare quella del Santissimo Sacramento fondata più di 500 anni fa, che di recente ha nominato il nuovo Priore, Riccardo Masinari, 40 anni.

Il percorso (più di tre chilometri) sarà addobbato con le «zandaline», festoni tesi da un lato all'altro della strada, dai colori diversi a seconda delle contrade, che richiamano l'antico “tunnel” di pannilana, realizzato in paese sino ai primi decenni del secolo scorso.

I celebranti indosseranno il paramento più ricco, normalmente esposto nel Museo della Basilica: un broccato d'o­ro e d'argento prodotto a Lione nel 1768. L'ostensorio gotico in argento e oro nel quale verrà collocato il Santissimo proviene dalla Baviera, dove fu acquistato nel 1527 dai mercanti gandinesi.

In questi giorni, il 28 giugno, ricorre anche il centenario della concessione del titolo di “Basilica” alla chiesa di S.Maria Assunta da parte di Papa Pio X. Nel 1911 i festeggiamenti furono rinviati, causa la morte dell'allora prevosto don Andrea Alberti, al 1914, quando a Gandino arrivò l'arcivescovo di Milano, cardinal Andrea Ferrari, e furono portate eccezionalmente in processione le urne dei SS.Martiri Patroni.

In caso di maltempo la processione verrà rinviata al pomeriggio, dopo la messa vespertina, in quel caso anticipata alle ore 17.

r.clemente

© riproduzione riservata