Sabato 30 Luglio 2011

Rapina al lavasecco e tentato furto
Una madre fa arrestare un colpevole

Giornata movimentata quella di venerdì 29 luglio per la titolare di una lavanderia che ha subìto una rapina e un tentato furto. La madre ha però annotato il numero di targa della macchina dei malviventi e un kosovaro di Albano è stato arrestato.

Venerdì verso le 17,30 tre ragazzi sono entrati nella lavanderia «Lavasecco Italia» di via Italia a Seriate e hanno puntato il coltello contro la titolare, una 44enne di Seriate, costringendola a consegnare 500 euro e la borsetta. Poi si sono dileguati.

La donna ha avvisato i carabinieri di Seriate che sono subito intervenuti. Mentre i militari dell'Arma erano ancora in lavanderia, la madre della 44enne ha telefonato in negozio per avvertire la figlia che qualcuno stava tentando di entrare in casa sua. I delinquenti avevano trovato le chiavi di casa nella borsetta e, dopo la rapina, volevano dedicarsi al furto.

La madre della donna si è però messa a urlare inducendo i malviventi a scappare ed è stata anche tempestiva nell'annotare il numero di targa dei fuggitivi. I carabinieri sono così risaliti al proprietario della macchina che è stato arrestato: si tratta di un operaio kosovaro di 27 anni, regolare e residente ad Albano. Denunciati a piede libero, perché non rintracciati, anche i suoi due presunti complici, due romeni di 20 e 21 anni residenti pure loro ad Albano.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata