Martedì 02 Agosto 2011

Colognola, lavori terminati:
il cimitero islamico è una realtà

Con leggero ritardo rispetto al previsto, si sono conclusi, nel cimitero comunale di Colognola, i lavori per il nuovo settore destinato alla sepoltura dei cittadini di religione islamica.

«Il ritardo di alcuni mesi - afferma Mohamed Saleh, vicepresidente del Centro culturale islamico - è dovuto al fatto che, a causa del maltempo, durante l'inverno abbiamo dovuto sospendere i lavori. Venerdì 5 agosto l'impresa consegnerà il lavoro terminato. L'inaugurazione ufficiale la faremo a settembre, dopo le ferie estive, invitando ovviamente le autorità cittadine e provinciali».

L'iniziativa è del Centro culturale islamico di Bergamo onlus, con sede in via Cenisio 3. La spesa per la realizzazione, valutata in 350 mila euro, è a carico dello stesso Centro. Il terreno su cui sorge il cimitero islamico è di proprietà del Comune e fa parte dell'ampliamento del cimitero di Colognola, già da tempo ultimato per la parte che riguarda l'area destinata ai campi di mineralizzazione, dove avviene il consumo totale dei resti umani tolti da tombe e loculi.

L'area destinata al cimitero islamico è di circa 1.600 metri quadrati, poco più della metà dell'ampliamento complessivo. Si tratta di un appezzamento di terreno - tra il cimitero e l'autostrada - che in precedenza aveva ospitato delle serre. Il Comune ha dato in concessione l'area per 60 anni al Centro culturale islamico a un canone complessivo di 60 mila euro, da pagarsi al Comune secondo scadenze previste nella convenzione sottoscritta dalle parti. 

L'area destinata ai defunti di religione islamica ha un suo ingresso sulla via per Azzano (un portone in ferro con la scritta in italiano e arabo «Cimitero di Bergamo Colognola. Reparto islamico») ed è separata dal cimitero cattolico solo da una siepe. I visitatori potranno passare liberamente da una zona all'altra di tutto il complesso cimiteriale.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata