Domenica 24 Aprile 2005

Ancora in ospedale il barista rapinato a Botta È sotto osservazione, ferito con una sprangata

È ancora ricoverato in ospedale, a San Giovanni Bianco, ed è tenuto sotto osservazione il barista di 58 anni di Botta di Sedrina preso a sprangate durante una rapina messa a segno sabato sera nel locale che l’uomo gestisce: fortunatamente le sue condizioni non destano preoccupazioni. Il colpo è stato messo a segno da tre banditi, uno dei quali armato di pistola, nel bar «Lisso» nell’omonima strada a Botta di Sedrina.

I malviventi, tutti col volto coperto da passamontagna, sono entrati in azione verso le 23, dopo la chiusura del locale. Il titolare del bar, Mario Zanetti, di 58 anni, è stato colpito alla testa con una spranga quando ha tentato di opporsi ai banditi che sembravano intenzionati a salire nell’abitazione che si trova al piano superiore e dove, in quel momento, si trovava la moglie del barista.

Magro il bottino dei banditi: si sono impossessati dell’incasso, circa 500 euro, di ricariche telefoniche e di alcune stecche di sigarette per un valore di circa 400 euro. Gli accertamenti dei carabineri di Zogno, che stanno cercando di ritracciare i malviventi, proseguono a tutto campo.

(24/04/2005)

m.carrara

© riproduzione riservata

Tags