Lunedì 28 Novembre 2011

Ok dalla Giunta provinciale
Via libera al rilancio di Minitalia

La Giunta provinciale, su proposta dell'assessore alle Grandi infrastrutture, Pianificazione territoriale ed Expo, Silvia Lanzani, ha dato il via libera all'accordo di programma per la riqualificazione e il rilancio turistico del parco della Minitalia a Capriate San Gervasio.

Il progetto contempla strutture ricettive al servizio di Expo 2015 e di servizi al contorno, oltre a strutture di carattere ricreativo-didattico che consentano di coniugare divertimento, apprendimento sui temi della sostenibilità ambientale ed energetica, recupero delle radici culturali e promozione del territorio.

L'Accordo è stato promosso con delibera regionale dell'agosto 2009 su istanza di privati e del Comune di Capriate San Gervasio, individuando quali soggetti interessati Regione, Provincia, Comuni di Capriate San Gervasio e di Brembate con la partecipazione della società Thorus Leolandia Spa. Dal momento della promozione dell'Accordo, si è insediata la Segreteria tecnica, che ha coordinato e seguito l'iter procedurale e ha concordato i contenuti dell'Accordo stesso, il cui testo è stato condiviso nella seduta del 15 novembre 2011.

Il progetto prevede varianti urbanistiche agli strumenti di Capriate San Gervasio e di Brembate per cui è stato assoggettato a VAS (Valutazione Ambientale Strategica), la cui procedura si è conclusa nel luglio 2011, mentre nel giugno 2011 la Provincia ha reso il parere favorevole di compatibilità con il PTCP. Nel settembre 2011 si è poi avviata la procedura di VIA (Valutazione di Impatto Ambientale).

L'art. 13 dell'Accordo in menzione stabilisce che gli Enti pubblici sottoscrittori si impegnino a:
a)    collaborare attivamente in attuazione del principio costituzionalmente assistito di leale cooperazione istituzionale;
b)    promuovere tutte le iniziative necessarie a garantire il rispetto degli impegni e dei termini assunti con la sottoscrizione dell'Accordo di programma;
c)    avvalersi di ogni strumento della vigente normativa in materia di semplificazione dell'attività amministrativa, nonché di snellimento e accelerazione dei procedimenti di decisione, controllo ed esecuzione degli interventi.

In particolare la Provincia di Bergamo, per la quale non sono previsti interventi finanziari, né presenti né futuri, si impegna «a compiere gli atti di competenza per l'attuazione del programma di interventi previsti dall'Accordo».

L'Accordo di programma comporta variante agli strumenti urbanistici dei Comuni e costituisce atto di adeguamento purchè nel termine perentorio di 30 giorni dalla sottoscrizione venga sottoposto alla ratifica dei Consigli comunali.

La Giunta provinciale, su proposta dell'assessore Giorgio Bonassoli, ha poi approvato la partecipazione della Provincia di Bergamo alla costituzione dell'associazione «Terra di San Marco», finalizzata all'iscrizione nella World Heritage List dell'Unesco di un sito seriale trasnazionale, che consiste nelle maggiori cità fortificate della Repubblica Serenissima di Venezia tra il XV e il XVII secolo, con il Comune di Bergamo quale soggetto promotore e capofila.

a.ceresoli

© riproduzione riservata