Sabato 18 Febbraio 2012

Razziava le auto in autostrada: preso
Bottino 1,5 milioni: computer e gioielli

In un mese ha razziato i bagagliai delle auto in autostrada, inibendo con un meccanismo le chiusure delle vetture. Il bottino - stimato dalla Polizia Stradale di Seriate che ha arrestato il 54enne - è di circa 1,5 milioni di € in  pc, vestiti, gioielli.

Si è conclusa così l'operazione Predator che ha visto all'opera degli agenti della Stradale di Seriate e che era iniziata dopo la segnazione di furto in A4 all'area di servizio Brembo. L'uomo - C.V. di Milano - è stato intercettato a Peschiera Borromeo. Ne è scaturito un inseguimento durante il quale il malvivente ha tentato di investire un agente. Quest'ultimo ha sparato due colpi verso l'auto centrando il radiatore, bloccando così la fuga dell'uomo.

Dai successivi accertamenti è emerso che sulla sua auto il 54enne aveva installato un particolare meccanismo elettronico che consentiva di inibire la chiusura delle auto a una distanza di 100 metri. Così mentre il proprietario si allontanava, il 54enne entrava in azione razziando ogni cosa dal bagagliaio.

Da una successiva perquisizione nell'abitazione del 54enne è uscito allo scoperto il bottino che lo stesso teneva in un box: computer, gioielli, vestiti, persino un libro del Settecento, racchette da tennis, un'acquaforte e un quadro attribuiti rispettivamente a Rembrandt e a Duhrer, due olii su tela di Farinelli e Scazzi, obbligazioni al portatore per 500mila euro, assegni, abiti e occhiali firmati, navigatori satellitari, macchine fotografiche, penne Mont Blanc, 30 pc portatili, libri antichi, argenteria, gioielli e strumenti professionali di medici e dentisti. La refurtiva ha un valore complessiva di circa 1,5milioni di euro. L'uomo è stato portato in carcere a San Vittore.

e.roncalli

© riproduzione riservata