Domenica 11 Marzo 2012

Dall'aeroporto di Orio ai laghi
Una navetta senza attese

Il turismo dei laghi viaggia sulla mobilità on demand, il nuovo servizio che accompagnerà i viaggiatori dall'aeroporto «Il Caravaggio» di Orio al Serio alle strutture ricettive dei laghi di Iseo e di Endine. Una sorta di «taxi collettivo» che si prenota per avere l'auto, il bus o il minibus, pronti fuori dallo scalo subito dopo l'atterraggio.

Meno costoso dei taxi e più comodo dei tradizionali sistemi di trasporto, perché grazie alla prenotazione non ci saranno tempi di attesa. Il progetto sperimentale, disegnato negli uffici dell'assessorato al Turismo della Provincia guidato da Giorgio Bonassoli, in sinergia con la Comunità montana dei Laghi bergamaschi e gli operatori del settore, è già stato presentato alla Regione, da cui si attende l'ok e un finanziamento di circa 60 mila euro.

Oltre ai 60 mila euro che si attendono dal Pirellone se ne dovranno aggiungere altri 40 mila. Se a questa quota contribuirà, e in che proporzione, la Provincia, non è stato ancora deciso. Ma questi fondi serviranno esclusivamente per lo start-up del progetto, che «dovrà dimostrare di poter proseguire senza ulteriori finanziamenti pubblici», ha precisato l'assessore Bonassoli.

Per questo «il biglietto avrà sicuramente un prezzo più conveniente dei taxi, ma più alto rispetto a quello del trasporto pubblico. Con questo tipo di servizio si ha la certezza che, una volta atterrati, si ha subito a disposizione il mezzo che porta fino a destinazione».

Leggi di più su L'Eco di domenica 11 marzo

m.sanfilippo

© riproduzione riservata