«Buono il caffè», spariti 1.600 euro
E a Treviolo, rapinata Banca Intesa

Martedì mattina, un quarto d'ora dopo l'apertura, il bar Rail di Villa d'Almè ha subito un furto molto particolare. Due sconosciuti con uno stratagemma sono riusciti a scassinare il cambiamonete e a rubare 1.600 euro. E a Treviolo è stata rapinata la filiale della Banca Intesa.

«Buono il caffè», spariti 1.600 euro E a Treviolo, rapinata Banca Intesa

Martedì mattina, un quarto d'ora dopo l'apertura, il bar Rail di Villa d'Almè ha subito un furto molto particolare. Due sconosciuti con uno stratagemma sono riusciti a scassinare il cambiamonete e a rubare 1.600 euro.

Erano le 6,15. Sono entrati due giovani, hanno bevuto il caffè e hanno chiesto se potevano giocare con le slot machines. Uno dei due si è messo a giocare, l'altro è uscito dal bar e dopo qualche minuto è rientrato dicendo che stava bruciando il posacenere vicino alla porta.

Per spegnere le fiamme la titolare del bar ha impiegato solo pochi minuti, tanto sono bastati ai due per scassinare il cambiamonte con un grosso cacciavite e portar via i 1.600 euro. Prima di andarse i due hanno anche pagato il caffè, apprezzandone persino la qualità: «Buono, torneremo ancora».

A Treviolo, invece, rapina con taglierino ma bottino scarso, martedì pomeriggio alla banca Intesa San Paolo. I malviventi impugnando il taglierino, sono riusciti a rapinare 900 euro.

I rapinatori sono entrati nella filiale dell'Intesa San Paolo, situata in via delle Betulle al civico 17, verso le 15,15. I due individui erano incappucciati e armati di taglierino. Hanno superato la porta a bussola e hanno raggiunto le postazioni degli impiegati e, minacciandoli, si sono fatti dare i soldi che c'erano in cassa. Ottenuto i soldi, i rapinatori hanno guadagnato in fretta l'uscita e sono fuggiti a piedi, facendo perdere le proprie tracce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA