Giovedì 26 Aprile 2012

Show del candidato Isnenghi
«Tutti gli sprechi del Comune»

Show del candidato sindaco di Bergamo, Mirko Isnenghi, che ha convocato una conferenza stampa per sottolineare gli sprechi, secondo lui, enormi del Comune. Ricordiamo che Isnenghi è candidato sindaco, ma è slegato dai partiti, non ha ancora una squadra e si appella ai cittadini per idee e proposte.

«Iniziamo con il direttore generale, inutile il bando per nominare quello nuovo (il dg uscente è Roberto Gerardi, ndr). Stiamo parlando di 130 mila euro all'anno più i premi di produttività. La figura del direttore generale non è obbligatoria sul piano normativo e le sue funzioni possono essere ricoperte dal segretario generale o sintetizzate da una maggior coordinamento tra i dirigenti».

«Gli Assessorati - continua Isnenghi - sono troppi, ce ne sono cinque che possono essere benissimo accorpati con un risparmio di 250 mila euro. Gli Assessorati sono tenuti in piedi soltanto per i giochi di potere della politica, per dare più poltrone possibili, ma ce ne sono diversi non indispensabili».

«Ce n'è anche per la polizia locale. Ci sono più generali che soldati da impiegare sul campo. L'ultimo dirigente, il capo del Gabinetto, è stato assunto nel gennaio 2012 e costa 60 mila euro all'anno. E che dire, per cambiare discorso, dei portaborse? Costano alla cittadinanza almeno 300 mila euro all'anno».

Per Isnenghi, ma questo è un suo cavalllo di battaglia, «bisogna sforare con il patto di stabilità. Non si possono tenere in cassa 86 milioni di euro e vendere i gioielli di famiglia per recuperare soldi. Inoltre c'è da riscoprire il mecenatismo. Ci sono grandi imprenditori che potrebbe essere utili alla causa».

 


m.sanfilippo

© riproduzione riservata