Martedì 22 Maggio 2012

Street Parade, Lista Bruni
«Il sindaco dica la sua opinione»

«La Street Parade di sabato scorso è stata più simile alla calata degli Unni, come sostiene l'assessore Invernizzi, oppure ad un'animata manifestazione, in grado di coinvolgere quasi 10.000 persone senza particolari criticità, come ammette oggi stesso il Questore?».

Se lo chiedono i consiglieri comunali della Lista Bruni. «I numeri reali - scrivono in una nota - ci dicono che migliaia di ragazzi si sono radunati per una festa che ha comportato solo qualche problema, in numero inferiore a molte altre manifestazione che interessano o hanno interessato la nostra città. La presunta autorizzazione del Comune, sempre a detta del Questore, non era nemmeno necessaria. Nonostante questo, l'Amministrazione comunale insiste col pugno di ferro e con le polemiche a posteriori, rimanendo isolata e rischiando addirittura lo scontro istituzionale con la Questura ed ora anche con il Prefetto. Un certo amore per l'autoritarismo può spiegare solo in parte questa insofferenza».

«Forse è più difficile digerire che le generazioni più giovani cerchino di autorganizzarsi, rifiutando le movide pre-organizzate, sulle quali questa amministrazione ha puntato molto - aggiungono i consiglieri -. Le due cose, in realtà, possono tranquillamente coesistere, senza che l'assessore Invernizzi e l'assessore Minuti si sentano offesi o traditi. Anzi, sarebbe loro dovere aprire maggiormente il dialogo con le altre realtà, facendo sì che le iniziative di tutti possano essere coordinate al meglio».

«In tutta questa agitazione (reale e virtuale) - è la conclusione -, spicca l'assenza dell'opinione del Sindaco in un dibattito interessante e rilevante sulla vita di questa città. Di fronte ad un assessore della Giunta, smentito dai fatti e da altri organi istituzionali, il Sindaco dovrebbe dare qualche spiegazione in più».

e.roncalli

© riproduzione riservata