Meteo, altro weekend imbronciato
Le temperature? Fanno l'altalena

«Questo giovedì è solo una breve tregua» dicono da 3bmeteo.com. «Nel week end nuovi acquazzoni e temporali. Non arriverà una perturbazione vera e propria, ma un nucleo di aria più fresca ed instabile dalla Scandinavia che porterà dei temporali qua e là».

Meteo, altro weekend imbronciato Le temperature? Fanno l'altalena

«Questo giovedì è solo una breve tregua» dicono da 3bmeteo.com. «Nel week end nuovi acquazzoni e temporali. Non arriverà una perturbazione vera e propria - dice Francesco Nucera di 3bmeteo.com -, ma un nucleo di aria più fresca ed instabile dalla Scandinavia che porterà dei temporali qua e là».

Giovedì, nello specifico, ancora residui fenomeni al Sud, prevarrà il bel tempo altrove. Al pomeriggio occhio su dorsale ed Alpi orientali per dei rovesci.

Venerdì piogge ed acquazzoni anche temporaleschi su Nord Ovest e fascia prealpina. Rovesci pomeridiani anche su interne di Sicilia, Sardegna, Lazio, Campania, Lucania Puglia e Calabria.

Sabato temporali sparsi su Nord Ovest, Alpi, prealpi, Emilia, regioni centro meridionali specie interne.

Domenica instabile al Sud con rovesci in miglioramento entro sera. Soleggiato al Centro Nord ma dal tardo pomeriggio acquazzoni dai rilievi alpini verso le alte pianure limitrofe.

Prosegue l'altalena delle temperature; secondo gli esperti di 3bmeteo.com giovedì sarà la giornata più calda ed estiva al Centro Nord. Picchi prossimi ai 30 gradi si prevedono su pianure del Nord Ovest e vallate alpine, 27/28 gradi tra grossetano ed interne laziali.

Nuovo calo termico di 4-6 gradi tra sabato e domenica, in particolare al Nord e sulle Adriatiche.

Domenica nuovo rialzo al Centro Nord.

Continua la crisi del bel tempo. «È da inizio aprile - dicono da 3bmeteo - che stiamo registrando un periodo piuttosto piovoso; al Nord si stanno registrando piogge record per il mese di maggio con accumuli superiori al 70% rispetto alle medie. Colpa dell'anticiclone che rimane lontano da un Mediterraneo depressionario, consentendo così a nuclei piovosi di raggiungere le nostre regioni. Nulla di particolare, sono cose da... primavera. Il fatto è che questa compensazione si nota di più dal momento che veniamo da un inverno secco e per lo più anticiclonico».

Più sole a fine mese. Il «ponte» del 2 Giugno sotto la probabile protezione dall'anticiclone delle Azzorre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA