Venerdì 01 Giugno 2012

«Non sarà troppo moderno?»
Un container itinerante in provincia

Parte venerdì 8 giugno da Azzano San Paolo, in via Trento, in prossimità del parco pubblico, la mostra itinerante “Non sarà troppo moderno?”, organizzata dall'associazione culturale SpaCo Spazio Container con il patrocinio dell'Ordine degli Architetti, paesaggisti e pianificatori della Provincia di Bergamo.

Per tutta l'estate, fino all'8 settembre, in diversi comuni della provincia bergamasca e in città, un container arancione ospiterà fotografie e spunti di riflessione sul confronto tra le abitazioni e modi di abitare diffusi nella nostra realtà locale e quelli di città e realtà europee dove si riconoscono principi e valori architettonici e abitativi più spiccatamente moderni. Il nome dato a questa singolare esposizione non è infatti stato scelto a caso: “non sarà troppo moderno?” è, infatti, l'interrogativo che la maggior parte delle persone si pone di fronte a esempi di architettura contemporanea. La mostra sarà uno piccolo spazio “percorribile” da tutti, dove raccogliere idee, porsi domande, trovare spunti di riflessione, lasciare commenti e trarre nuovi pensieri.

L'inaugurazione e le tappe di “Non sarà troppo moderno?”
L'esposizione sarà inaugurata ad Azzano San Paolo in via Trento, in prossimità del parco pubblico, venerdì 8 giugno alle ore 18 , aperta con ingresso libero fino al 20 giugno dalle ore 10 alle 20. Dopo Azzano farà tappa dal 22 al 27 giugno a Mozzo, in piazza Costituzione; dal 29 giugno al 4 luglio ad Alzano Lombardo, parco Montecchio; dal 6 al 11 luglio a Cologno al Serio, via Circonvallazione; dal 13 al 18 luglio a Selvino, via Monte Rosa; dal 20 al 29 luglio a Sarnico, piazza Matteotti e dal 5 al 8 settembre a Bergamo, in piazza Dante. Altri comuni sono in via di definizione.

Il perchè della mostra
Obiettivo di “Non sarà troppo moderno?” è portare il pubblico a riflettere ed interrogarsi sul tema dell'abitare e dell'architettura contemporanea. “Il progresso scientifico e tecnologico - spiega Ivanoe Rapanà, presidente della SpaCo - ha rivoluzionato il nostro modo di vivere e le abitudini accompagnandosi ad una continua evoluzione nella forma e nell'aspetto degli oggetti d'uso più comuni. Nelle abitazioni, invece, il progresso tecnologico sembra cercare un compromesso con una sorta di stile “nostalgico” dove i temi del passato sono più delle icone ormai prive di significato che non dei riferimenti di indirizzo e spunto per reinterpretare il nostro vivere quotidiano”.

L'associazione SpaCo Spazio Container SpaCo Spazio
Container è un'associazione culturale senza scopo di lucro fondata da un gruppo di architetti e fotografi all'inizio del 2012 per promuovere e divulgare l'architettura contemporanea e la sostenibilità nel costruire attraverso l'organizzazione di eventi culturali legati all'architettura ma, anche, al design, alle arti visive, fotografiche, musicali e artistiche. L'Associazione si propone di promuovere le giovani professionalità e realizzare connessioni culturali tra associazioni nazionali ed estere che sviluppano temi inerenti l'architettura. L'uso di un container come spazio espositivo di limitate dimensioni e “nomade” permette di accogliere e raggiungere un pubblico sia di professionisti come di “non addetti ai lavori” che, incuriositi, possono attraversare ed includere, anche casualmente nel loro percorso, una visita a quanto di volta in volta esposto o allestito. www.spa-co.it

Organizzatori, patrocini, contributi, sostegni
La mostra è organizzata dall'associazione culturale SpaCo Spazio Container con il patrocinio dell'Ordine degli Architetti, paesaggisti e pianificatori della Provincia di Bergamo, della Provincia di Bergamo e dei comuni ospitanti, e il contributo e il sostegno di: Impresa Milesi geom. Sergio srl –Gorlago (Bg), F.lli Zilio snc – Azzano San Paolo (Bg), Società Legnami Paganoni – Bergamo, BMM grafica – Lallio (Bg), colorificio GMR srl – Grassobbio (Bg) – Caparol Italiana, Vermezzo (Mi) – Ambrosini laminati metallici srl – Bergamo e GLS snc Fratelli Drago verniciature, Urgnano (Bg).

Info info@spa-co.it, tel. 334.3420534

e.roncalli

© riproduzione riservata