Giovedì 07 Giugno 2012

Barriere antirumore a Levate
Ferrovie, se ne riparla nel 2013

L'installazione delle barriere antirumore sulla linea ferroviaria Bergamo-Treviglio ovest slitta, ancora una volta. Era prevista nel 2010, poi nel 2012. Ora da Rfi (Rete ferroviaria italiana) arriva la comunicazione che se ne riparlerà nel 2013: «I finanziamenti ci sono» fanno sapere. Ma non basta a compensare la delusione di chi abita in prossimità dei binari e che dal 2005, anno di completamento del raddoppio, aspetta le barriere.

A subire i maggiori disagi, circa 40 persone che abitano in via Donizetti a Levate, a cinque metri dai binari. Attraversando il paese in treno si possono vedere ancora alcuni degli striscioni affissi anni fa sulle recinzioni: «Vogliamo le barriere».

Il sindaco di Levate, Federica Bruletti ormai dal 2009, anno di inizio del suo mandato, fa pressione su Rfi. Nel collegio di vigilanza del raddoppio, riunitosi nel 2009, Rfi aveva sostenuto che le barriere a Levate, Verdello, Verdellino e Bergamo sarebbero state installate nel 2010. In un successivo incontro, a febbraio 2011, il termine era stato spostato al 2012.

La settimana scorsa il vicesindaco di Levate, Giorgio Pezzetti, si è incontrato di nuovo con Rfi. E lì ha avuto la conferma che delle barriere se ne riparlerà nel 2013: «Ci è stato inoltre comunicato – dice – che il progetto è in revisione e che verrà discusso coi Comuni».

Ai paesi interessa anche sapere che tipo di barriera verrà installata. Nel 2011 era stata bocciata una prima soluzione di Rfi, che prevedeva barriere alte sette metri, ritenute troppo «impattanti». La notizia dello slittamento al 2013 ha suscitato grande delusione e rabbia tra gli abitanti in via Donizetti di Levate.

e.roncalli

© riproduzione riservata