Lunedì 11 Giugno 2012

«Straordinarie» mai pagate a 3 medici
La Corte d'Appello condanna il Bolognini

Cinque ricorsi presentati, tutti da medici donne, tutte ex dipendenti dei reparti di Pediatria e Patologia neonatale dell'azienda ospedaliera Bolognini di Seriate per ore di lavoro straordinario mai pagate. Dei loro casi si è occupato l'Ufficio Vertenze della Cgil di Bergamo a partire dal marzo del 2009, quando il primo medico si è rivolto al sindacato vantando circa 2.400 ore di straordinari mai corrisposti.

In fase di conciliazione l'azienda aveva risposto per iscritto «di non accogliere le pretese» del medico «in quanto destituite di ogni e qualsiasi fondamento in fatto e in diritto». Il ricorso è partito di conseguenza. Da allora, dall'apertura della prima vertenza, per tutti e cinque i casi seguiti dall'Ufficio Vertenze è già arrivata la sentenza (favorevole) di primo grado.

«Per quattro di essi l'Ospedale ha presentato i ricorsi alla Corte d'Appello di Brescia che, però, il 7 giugno scorso ne ha respinti tre» spiega Fausto Sottocornola dell'Ufficio Vertenze della Cgil di Bergamo. «Sul quarto caso non c'è stato ancora alcun pronunciamento. È stato così sancito il diritto al pagamento degli straordinari per medici costretti ad un numero incredibile di ore aggiuntive a causa di disfunzioni nella gestione del personale e per carenze d'organico - sottolinea Sottocornola - . Malgrado i numeri esorbitanti delle ore, il Tribunale, sin dal primo grado, ha tuttavia ridimensionato le ore da pagare perché alcune delle lavoratrici non avevano mai presentato formale richiesta di vedersele retribuire durante il proprio contratto di lavoro. Per questo invitiamo i medici, ma in generale anche il personale infermieristico che si trovi nella medesima situazione, a rivolgersi a noi. In caso di mancata rivendicazione di compensi per le ore straordinarie svolte, infatti, la legge prevede che oltre i 5 anni decade il diritto di farsele pagare. Ad esempio, la prima lavoratrice che si è rivolta a noi ha visto riconosciute dal Tribunale poco più di 700 ore sulle 2.400 accumulate».

a.ceresoli

© riproduzione riservata