Lunedì 16 Luglio 2012

Torna la salma del muratore
Martedì i funerali a Cividate

Rientrerà a Cividate nel primo pomeriggio di lunedì, verso le 14, la salma di Romolo Pelizzoli, il muratore di 41 anni precipitato venerdì mattina dal quarto piano di un cantiere a Loano, nel Savonese. Ad attenderlo ci saranno l'ex moglie Stefania, il figlio, la mamma e due fratelli.

«Dopo l'autopsia il magistrato ha dato il nullaosta alla sepoltura – spiega il cognato Cosimo Chionna –. Domani mattina (lunedì, ndr) tornerò a Loano e accompagnerò la salma di Romolo fino a casa. Dovremmo partire verso le 10-11 e arrivare a Cividate nel primo pomeriggio». Martedì i funerali.

L'incidente si è verificato nell'area dell'ex discoteca «Ai Pozzi» in via Silvio Amico a Loano, dove si sta costruendo un complesso alberghiero. Secondo la ricostruzione di carabinieri e tecnici dell'Asl, Pelizzoli stava guidando una gru con un telecomando per movimentare un bancale di mattoni. 

«Da quanto abbiamo saputo – continua il cognato – al momento di disincagliare il carico e di posarlo vicino a lui la forca ha fatto da "molla", il bancale l'ha colpito, lo ha agganciato alla cinghia della borsa e gli ha fatto perdere l'equilibrio facendolo precipitare nel vuoto da dieci metri d'altezza».

Leggi di più su L'Eco di Bergamo del 16 luglio

r.clemente

© riproduzione riservata