Lunedì 17 Settembre 2012

Ospedale, l'assessore conferma:
il Papa Giovanni aprirà ad ottobre

Nella seduta odierna la Commissione consiliare Sanità e assistenza, presieduta da Sante Zuffada (PdL), ha affrontato alcune interrogazioni all'assessore regionale, Luciano Bresciani.

Nuovo ospedale di Bergamo: confermata l'apertura a fine ottobre
"Nessuno slittamento della data di apertura, che rimane fissata per fine ottobre, e nessuna richiesta di ulteriori finanziamenti". Queste le rassicurazione date dall'assessore regionale alla Sanità, Luciano Bresciani, in risposta a un question time del consigliere regionale, Gabriele Sola (IdV) in merito al nuovo ospedale di Bergamo "Beato Giovanni XXIII". L'assessore ha, inoltre, confermato che all'azienda ospedaliera bergamasca risulta un residuo del fondo di rotazione per l'edilizia sanitaria pari a 19milioni 244.635 euro. "Ringrazio l'assessore per la sinteticità della risposta - ha commentato Sola - anche se chiederemo ulteriori approfondimenti anche su aspetti sotto indagine della magistratura. Su questa vicenda c'è assoluto bisogno di chiarezza".  

Green Hill: non spetta alla Regione decidere la chiusura. La ASL di Brescia verificò nove irregolarità
"La sperimentazione animale è materia di esclusiva competenza del ministero della Salute, mentre spetta al Comune concedere l'autorizzazione all'apertura dei centri per l'allevamento di animali a fini sperimentali. La Regione non può quindi decidere nulla in merito alla chiusura definitiva di Green Hill". Così oggi l'assessore regionale alla Sanità, Luciano Bresciani, ha risposto all'interrogazione del consigliere regionale, Francesco Patitucci (IdV), riguardo al centro di Montichiari (BS). L'assessore ha, inoltre, ricordato che proprio l'ASL di Brescia, cui la magistratura ha affidato la gestione del centro in seguito alle indagini, verificò nove irregolarità. "Non c'è stata alcuna disattenzione da parte della azienda sanitaria preposta ai controlli - ha puntualizzato Bresciani - che ha agito in linea con il ministero".  "Le indagini hanno confermato che qualcosa di strano e di irregolare succedeva nel centro di Montichiari" ha replicato il consigliere Patitucci.

Morti bianche: prosegue l'attività di controllo dei luoghi di lavoro da parte delle ASL
I proventi delle sanzioni, penali ed amministrative, percepiti dalle ASL per l'attività di controllo e di vigilanza nei luoghi di lavoro (pari a 10.944.000 € nel 2011) serviranno, come risorse aggiuntive, all'incremento dell'attività di controllo. Lo ha dichiarato oggi l'assessore regionale alla Sanità, Luciano Bresciani, che ha risposto in Commissione Sanità a un question time del consigliere regionale Francesco Patitucci (Idv), riguardo al nuovo Piano sicurezza nei luoghi di lavoro 2011-2013. "Non c'è alcun azzeramento di bilancio", ha assicurato Bresciani il quale ha ricordato che la giunta regionale ha richiesto alle ASL di predisporre progetti per l'incremento quali-quantitativo delle attività di controllo, "attività che si aggiunge a quella già programmata sulla base delle risorse esistenti".(are)

a.ceresoli

© riproduzione riservata