Domenica 30 Settembre 2012

Caravaggio, con la luce del cellulare
avvisa del pericolo macchinista del treno

«Il macchinista del treno era già stato avvisato dall'ufficio movimento che una sbarra del passaggio a livello era divelta e per questo procedeva a passo d'uomo, ma ho preferito ricordarglielo facendogli dei segnali luminosi col mio cellulare».

A parlare è Sergio Macchi, 62 anni, commerciante trevigliese che la scorsa settimana a Caravaggio si è reso protagonista di un'azione comunque meritevole, al passaggio a livello della linea ferroviaria Treviglio-Cremona, lungo la strada provinciale 130 che porta a Calvenzano.

L'uomo venerdì 21 era a bordo della sua Peugeot e alle 21,30 viaggiava verso Caravaggio: procedendo nella stessa direzione, davanti a lui c'era una mietitrebbiatrice che si è incrociata nello stretto passaggio con un camion. Durante le manovre il mezzo agricolo è rimasto bloccato, proprio mentre scendevano le sbarre.

Tra abbandonare il mezzo e sfondare la sbarra il conducente ha preferito la seconda soluzione, fermando poi il veicolo poco più avanti. Macchi a quel punto ha chiamato col cellulare il 113. «sono sceso dall'auto, ho accesso il mio cellulare usandolo come una torcia elettrica - ha raccontato Macchi - e ho fatto i segnali al macchinista che procedeva a rilento. Mi sentivo di agire così e sono stato ripagato dal ringraziamento del macchinista».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata