Mercoledì 24 Ottobre 2012

Val Brembana, fondi per lo sci
Nuovo slancio alla cabinovia?

Dalla Regione Lombardia sono pronti otto milioni di euro per lo sviluppo dello sci in Valle Brembana. Giunge a conclusione, dopo due anni e mezzo, l'iter dell'accordo di programma che nel febbraio 2010 venne sottoscritto per lo sviluppo del comprensorio sciistico brembano.

In quell'occasione venne firmato anche il piano per la Valle Seriana-Valle di Scalve, oggi, però, ancora in fase di lavoro. Da allora, peraltro, i previsti finanziamenti hanno subìto una riduzione e quattro dei Comuni che avrebbero potuto accedere ai fondi, ovvero Cusio, Vedeseta, Taleggio e Branzi, sono fuoriusciti dall'accordo.

Nei giorni scorsi gli altri Comuni coinvolti, invece, hanno approvato il testo definitivo che, a breve, andrà al vaglio della nuova Giunta regionale. L'ultimo passaggio, quindi, poi i soldi saranno disponibili. Per opere già concluse dopo il 2010 o interventi che saranno almeno in fase avanzata nella stagione 2013-2014 sono previsti finanziamenti del 20%.

La parte del leone la farà Brembo Ski, con Foppolo, Carona e Valleve, comprensorio che in questi anni ha investito più di tutti. A fronte di quasi 22 milioni di interventi fatti o in progetto (tra cui la cabinovia dal piazzale Alberghi al Montebello, in sostituzione delle due vecchie seggiovie) riceverà quattro milioni e 351 mila euro.

Una boccata d'ossigeno per il comprensorio dopo l'ennesimo rinvio della realizzazione della cabinovia: prevista inizialmente nella prossima stagione è «saltata» per il dietrofront delle banche. Questo finanziamento dovrebbe consentire di proseguire nelle trattative con maggiore fiducia.

Nei fondi regionali sono comprese anche le nuove seggiovie Camoscio a San Simone e Conca Nevosa a Carona già realizzate, impianti di innevamento artificiale, manutenzioni e attrezzature varie per le piste.

Tutto su L'Eco di Bergamo del 24 ottobre

r.clemente

© riproduzione riservata