Martedì 30 Ottobre 2012

L'assessore all'Agricoltura replica:
persa occasione per chiarire situazione

Botta e risposta, sul tema dei nitrati, tra l'assessore all'Agricoltura della Regione Lombardia Giuseppe Elias e il presidente di Coldiretti regionale Ettore Prandini. «Ho appreso oggi - dichiara Elias -, pochi minuti prima dell'incontro fissato da giorni con tutti i presidenti delle Organizzazioni agricole regionali, della rinuncia a partecipare espressa da Coldiretti regionale, e ho appreso da un comunicato stampa che mi è stato consegnato mentre la riunione era in corso che Coldiretti rompe con Regione Lombardia e il sottoscritto sul tema dei nitrati e delle emissioni».

«Mi dispiace - continua l'assessore - che, a otto giorni dal mio insediamento, mi vengano imputate colpe e responsabilità che, con evidenza, io non posso avere. Sarebbe stata occasione anche per chiarire alcune opinioni sbagliate che il presidente di Coldiretti ha nei miei confronti. Non appartengo, né sono mai appartenuto alla Struttura regionale, forse vengo confuso con qualcun altro, poiché da sempre sono un imprenditore agricolo e conduco le aziende della mia famiglia, allevamenti e comunicazione nitrati compresi, nominato dal presidente Formigoni in qualità di tecnico».

«Mi dispiace - aggiunge Elias - che il fatto di avere un agricoltore alla guida dell'Assessorato non sia colta come un'opportunità. Se il presidente di Coldiretti mi vuole dire qualche cosa, se ha dei suggerimenti da darmi, se mi può spiegare come risolvere il problema dei nitrati, se ha la ricetta per portare immediatamente tutte le aziende agricole lombarde all'interno della normativa europea sui nitrati agricoli, la porta del mio ufficio è sempre aperta».

«Se invece vogliamo fare propaganda, oppure politica, attraverso i comunicati stampa - precisa l'assessore - il compito che mi ha affidato il presidente Formigoni è purtroppo diverso, in quanto mi è stato chiesto di risolvere problemi, non di battere la grancassa». «Come ha detto il presidente Prandini, ciascuno si prenderà le sue responsabilità, in particolare nei confronti delle aziende agricole lombarde», chiude l'assessore Elias.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata