Martedì 08 Gennaio 2013

Vandali nella chiesa di Ambriola
Madonna a terra, rubati monili

«Non è tanto il furto, è il gesto in sé che ha suscitato scalpore: la gente è molto devota alla Madonna Addolorata e quanto accaduto nella notte di domenica alla statua a lei dedicata in chiesa ha lasciato davvero sbigottiti tutti i residenti di Ambriola».

A parlare è don Pierangelo Redondi, parroco di Ambriola di Costa Serina. Tra domenica 6 e lunedì 7 gennaio i soliti ignoti hanno messo a segno un furto che è costato diverse ammaccature alla statua della Madonna Addolorata. Mentre i malviventi se ne sono andati con i monili d'oro, tra cui collanine e anelli, che la Madonna portava al collo e alle mani.

«Il giorno dell'Epifania abbiamo recitato i vespri e alle 16 abbiamo chiuso la chiesa - prosegue don Redondi -. Oggi (ieri per chi legge, ndr) verso le 11,30 una signora del paese diretta verso il cimitero si è accorta che qualcuno aveva forzato il portone laterale e mi ha avvisato».

Qualcuno, nonostante sia scattato l'allarme, è riuscito a raggiungere la statua della Madonna, in fondo alla navata. Ha infranto la vetrina e, dopo aver scaraventato a terra la statua, ha rubato i monili che portava al collo e alle dita.

Il parroco ha quindi chiamato i carabinieri di San Giovanni Bianco che hanno avviato le prime indagini. Si tratta di un bottino del valore indicativo di 200 euro, ma ben superiori sono i danni materiali e soprattutto morali. La chiesa di Ambriola rimane in genere chiusa in settimana e viene aperta, per il periodo invernale, soltanto la domenica.

Leggi di più su L'Eco di martedì 8 gennaio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata