Mercoledì 20 Febbraio 2013

Il Comune di Pontida e la Polizia locale:
«Operato nel rispetto della normativa»

Anche l'amministrazione comunale di Pontida interviene su una vicenda che ha visto contrapposto la Cgil e il Comune di Pontida in relazione alla gestione del Servizio di Polizia locale. Ecco il comunicato del Comune di Pontida.

«In riferimento a quanto apparso su organi d'informazioni e riferito alle competenze dell'Amministrazione comunale di Pontida, giova chiarire quanto segue al fine di evitare ricostruzioni di fatti e circostanze non riscontrabili in atti ufficiali:

1. Il Comune di Pontida e l'ufficio del Segretario Comunale dott.ssa Occorsio, nel merito del caso di specie rappresentato dal “servizio di Polizia Municipale” , hanno operato nel rispetto della normativa contrattuale, informando preventivamente le OO.SS sul proprio operato;

2. A seguito della propria informativa il Comune ha ricevuto in data 17.12.2012 una richiesta d'informazioni dalla CGIL FP;

3. Prima di dare corso all'informativa alle Organizzazioni Sindacali il Comune di Pontida e l'ufficio del Segretario Comunale, hanno avviato un procedimento amministrativo, nel pieno rispetto dei termini di legge, che ha portato al coinvolgimento della Regione Lombardia, nella persona del Dirigente responsabile del settore polizia locale, dott. F. Cristalli;

4. Solo poco prima di Natale il 21 dicembre 2012 l'Amministrazione ha ricevuto riscontro ufficiale del quesito posto e, nel rispetto dei terzi interessati e in particolare dell'Amministrazione comunale di Filago, ha fatto in modo che prima i diretti interessati e poi altri fossero posti a conoscenza degli sviluppi.

Ciò premesso, è opportuno chiarire che mai le OO.SS. e la stessa CGIL FP hanno chiesto un incontro informativo o concertativo sulla questione di cui si tratta, ma è pervenuta, da parte della GCIL FP, solo una richiesta di informazioni da evadere in 30 giorni per l'apertura del procedimento. Il Comune di Pontida ha semplicemente ricevuto una richiesta di attivazione di un servizio in convenzione dal Comune di Filago, non ha deliberato in Consiglio Comunale nulla in tal senso, ha disposto un semplice comando di un proprio dipendente, nulla modificando il proprio assetto.

Il Comune di Pontida sulla base delle richieste pervenute dal Comune di Filago ha posto la soluzione del caso a Regione Lombardia, nel rispetto delle competenze e dei ruoli, al fine di evitare ogni possibile strumentalizzazione. Pertanto, tutte le OO. SS. compresa la CGIL FP potranno accedere a tutte le informazioni, anche attraverso un confronto diretto che non è stato mai richiesto, neanche informalmente. Ogni ricostruzione diversa non può che favorire disinformazione e confusione che l'Amministrazione comunale di Pontida, nell'interesse della propria comunità, rigetta e stigmatizza».

a.ceresoli

© riproduzione riservata