Mercoledì 20 Febbraio 2013

Le nuove frontiere della broncoscopia
Un convegno in Humanitas Gavazzeni

Verranno presentati i campi di applicazione della broncoscopia tradizionale e delle nuove tecnologie a disposizione dell'endoscopista nel convegno “Evoluzione della tracheobroncoscopia nella diagnosi e terapia delle neoplasie polmonari” in programma giovedì 21 febbraio, in Humanitas Gavazzeni, auditorium Villa Elios, dalle 18 alle 22.

L'evento, gratuito e accreditato ECM, si rivolge ai medici di medicina generale e agli specialisti, ha come responsabile scientifico Luigi Bortolotti, responsabile dell'Unità Operativa di Chirurgia Toracica di Humanitas Gavazzeni.

“La broncoscopia ha un ruolo fondamentale nella diagnosi e nella stadiazione delle patologie tumorali del polmone – spiega il dottor Bortolotti -. Il broncoscopista deve rispondere alle sempre maggiori esigenze di prelievi adeguati al fine di consentire una precisa diagnosi cito-istologica e l'esecuzione di indagini biomolecolari”.

E aggiunge il dottor Bortolotti: “le recenti acquisizioni in campo oncologico, ribadite anche dalle ultime linee guida delle società internazionali, confermano la necessità di ottenere una sempre più precisa stadiazione mediastinica del tumore polmonare, condizione necessaria per una rigorosa selezione del paziente che possa beneficiare di un approccio chirurgico. Viene confermato inoltre il ruolo dell'endoscopia rigida in campo operativo -terapeutico, con la rimozione di neoplasie endobronchiali, e nella palliazione, con la disostruzione delle vie aeree con laser e il posizionamento di protesi e stents”.

Per informazioni e iscrizioni, Tel. 035.4204798 - Fax 035.4204381 - Email: [email protected]

a.ceresoli

© riproduzione riservata