Martedì 26 Febbraio 2013

La Lega sulla carta è senza numeri
per fare il proprio gruppo alla Camera

La Lega Nord, per la prima volta nella sua storia, non raggiunge il numero minimo di deputati necessari per avere un proprio gruppo parlamentare alla Camera. Secondo i dati definitivi del Viminale, al Carroccio andranno 18 seggi a Montecitorio, due in meno di quelli necessari per formare un gruppo. Finora, la quota più bassa risaliva al 1996, quando ottenne giusto i 20 deputati necessari. Nella scorsa legislatura, complice il premio di maggioranza, ne aveva portati alla Camera ben 60.

Per il partito di Roberto Maroni è comunque molto probabile una deroga, visto lo scarto minimo che lo separa da quota 20. La Lega non è l'unica forza politica in queste condizioni. Niente gruppo, in particolare, per l'Udc, crollato da 36 a 8 deputati.

Non potranno essere autonomi nel centrosinistra né il Centro democratico di Bruno Tabacci né la Svp, mentre nel centrodestra non raggiungono quota 20 i Fratelli d'Italia: il neopartito di La Russa, Meloni e Crosetto si ferma a quota 9.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata