Venerdì 08 Marzo 2013

Romano: la difesa di Martinelli
chiede l'affidamento ai Servizi sociali

Lo scorso maggio assaltò l'Agenzia delle entrate di Romano: un fatto per il quale Luigi Martinelli, 54 anni, di Covo, ha patteggiato 3 anni di cella. Ora la sentenza è diventata esecutiva: per questo il suo legale, l'avvocato Giuliano Leuzzi di Roma, messo a disposizione dal Codacons e che lo assiste gratuitamente, nei prossimi giorni chiederà alla procura di Bergamo l'affidamento in prova ai Servizi sociali per Martinelli.

La richiesta dovrà essere presentata ai magistrati entro mercoledì 20. «In questo modo il mio assistito eviterà di trascorrere la pena in carcere - spiega il legale - e si potrà rendere utile lavorando. Parte della pena patteggiata era già stata scontata durante la custodia cautelare: mancano ancora due anni e mezzo. Siamo comunque ottimisti che la procura di Bergamo vorrà accogliere questa nostra proposta».

Attualmente Martinelli è un uomo libero: inizialmente in cella a seguito dell'assalto, armato, all'Agenzia delle entrate, era stato messo agli arresti domiciliari e poi gli era stato imposto l'obbligo di firma. Lo scorso luglio l'avvocato Leuzzi aveva chiesto il patteggiamento a tre anni. Richiesta che era stata accolta dal giudice Giovanni Petillo.

Diventata esecutiva la sentenza, ora Martinelli rischia però di finire dietro le sbarre: motivo per cui la difesa ha predisposto la richiesta di affidamento in prova ai Servizi sociali del Comune di residenza. Il termine per la presentazione della richiesta è appunto il 20 marzo, dunque nei prossimi giorni il documento arriverà in procura.

Leggi di più su L'Eco di venerdì 8 marzo

m.sanfilippo

© riproduzione riservata