Venerdì 15 Marzo 2013

Con una app arrivano alla refurtiva
Tra la merce rubata anche una tonaca

Li hanno derubati all'Autogrill e da un'applicazione del tablet sono riusciti a individuare la refurtiva, recuperandola e scoprendo molta altra merce rubata nell'abitazione di un algerino di 38 anni, a Seriate. Ecco una nuova oeprazione della polstrada di Seriate.

Tutto è partito da un furto avvenuto intorno alle 13 di giovedì 14 marzo nel parcheggio dell'Area di servizio San Giacomo Est a Rezzato, in provincia di Brescia. Una coppia greca, a bordo di una Panda, ha fatto una pausa nel bar dell'Autogrill e, di ritorno alla macchina, ha scoperto che la vettura era stata forzata: rubati due zaini, due valigie, due computer portatili e un iPad.

Proprio grazie all'applicazione «Trova il tuo iPad», che avevano installato sul tablet, gli agenti della polizia stradale di Seriate - contattati dai due stranieri - hanno individuato in una via di Seriate lo strumento tecnologico rubato. I poliziotti si sono quindi appostati in via Mincio e, grazie ad alcune testimonianze, hanno focalizzato l'attenzione su un condominio dove si stavano verificando strani movimenti. Per questo motivo hanno fermato una coppia di stranieri che, usciti dal portone, avevano in mano due sacchetti sospetti.

Quando gli agenti hanno intimato loro l'alt, uno dei due ha lasciato a terra il sacchetto che aveva in mano ed è scappato mentre l'altro è stato bloccato dalla polstrada. Si tratta di un algerino pluripregiudicato di 38 anni, residente a Seriate, proprio in quella palazzina, e disoccupato. Sull'uomo pendevano tra l'altro due ordini di carcerazione per cumulo di pene, rispettivamente di 5 e 6 mesi: è stato quindi trasferito direttamente nel carcere di via Gleno.

Nei sacchetti, tra l'altro, gli agenti hanno trovato l'iPad e uno dei due portatili rubati nel parcheggio dell'Autogrill così come nell'abitazione di via Mincio la polstrada si è trovata di fronte a un vero e proprio bazar della ricettazione: 1 pc portatile, 1 tablet, 2 macchine fotografiche, 2 navigatori satellitari, una chiavetta per la connessione web, ma anche una tonaca e 4 stole oltre a 1000 euro in contanti.
Tra la refurtiva anche un tablet che era stato ribato nei giorni scorsi da un'auto parcheggiata davanti ai Riuniti di Bergamo: il materiale è stato consegnato al legittimo proprietario.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata