Martedì 26 Marzo 2013

L'imprenditore scomparso per 5 giorni
Ora Rapis è indagato: procurato allarme

Battista Rapis, l'imprenditore di di Malpaga scomparso mercoledì scorso, è stato indagato per procurato allarme. Lo ha deciso il pubblico ministero Maria Cocucci che segue il caso: si tratta di un atto scontato, visto l'allarme che la fuga del 57enne ha causato.

Lo avevano cercato per cinque giorni vigili del fuoco, sommozzatori, protezione civile e polizia stradale. Lui, alla fine, lunedì è entrato in un ristorante di Rivoltella del Garda, frazione di Desenzano (Brescia), e ha chiesto al titolare di chiamare la sua ex convivente dicendo di venire a prenderlo.

Agli agenti che lo hanno interrogato in questura per oltre quattro ore ha riferito di essersi allontanato per problemi personali e familiari. La telefonata a casa della sua ex convivente, con cui i rapporti si erano interrotti qualche mese fa dopo una relazione durata 17 anni, è arrivata lunedì verso le 10.

La donna, che vive a Cavernago, ha subito telefonato alla polizia stradale di Seriate che ha seguito le indagini fin dal primo giorno. La polstrada ha avvertito i colleghi di Desenzano che sono andati a prendere Rapis e lo hanno accompagnato al commissariato. Da lì l'imprenditore è stato preso in consegna dagli agenti della squadra Mobile di Bergamo che lo hanno portato in questura, dove è arrivato verso le 14.

r.clemente

© riproduzione riservata