Lunedì 22 Aprile 2013

Il bacio di papa Francesco
per Chiara di Pradalunga

Ha colpito tutti, sin dalla sera dell'elezione lo scorso 13 marzo, la semplicità di Papa Francesco. Il suo «buonasera», il suo invito a pregare, la sua umanità hanno fatto breccia. Tratti distintivi che consentono a credenti, e non solo, di sentirlo molto vicino.

Un pensiero che ha contagiato anche due giovani sposi di Cornale di Pradalunga, che mai avrebbero pensato (ad appena un mese dal giorno dell'elezione) di incontrare il Pontefice a pochi metri, con in braccio la loro piccola Chiara, di appena 15 mesi.

Un'emozione intensa, enorme, che si è concretizzata mercoledì scorso in piazza San Pietro, quando Stefano Persico e la moglie Carmela Massari hanno partecipato all'udienza generale di Papa Bergoglio. «È stato un incredibile susseguirsi di coincidenze - confermano con gioia - reso possibile da una sorpresa dei nonni, che ci hanno aggregato, a nostra insaputa, agli iscritti di un pellegrinaggio della parrocchia di San Ferdinando di Puglia».

Nella folla che cresceva di minuto in minuto c'erano soprattutto persone adulte e due signore di Cento hanno lasciato che la coppia con la piccola potesse avanzare, segnalando con una battuta che «così il Papa si ferma per la bimba e anche noi lo vediamo da vicino». Dato che la realtà supera la fantasia ecco avverarsi l'ipotesi: la jeep di Papa Francesco transita a pochi metri, fra il naturale tripudio dei fedeli.

Il Pontefice nota la piccola Chiara e fa un chiaro cenno all'autista, che ferma il veicolo. Carmela porge la bimba oltre la transenna e di qui, grazie a una guardia del corpo, nelle braccia del Papa, che la bacia. Un gesto caro al nuovo Pontefice, che addirittura si ripete dopo pochi minuti. Quando il Papa, concluso il giro in Piazza, transita nuovamente vicino all'obelisco e per la seconda volta regala a Chiara un bacio e uno sguardo carico di tenerezza.

Leggi di più su L'Eco di lunedì 22 aprile

m.sanfilippo

© riproduzione riservata