Giovedì 09 Maggio 2013

Piano cave nella Bergamasca
Poteri commissariali alla Regione

L'assessore all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile della Regione Lombardia, Claudia Terzi ha annunciato, a margine della presentazione del Programma regionale di sviluppo (Prs) - che ha seguito dalla Sede territoriale regionale di Bergamo - che, lo scorso mercoledì 8 maggio, il Consiglio di Stato si è espresso nuovamente sul Piano Cave della Provincia di Bergamo, respingendo l'istanza di sospensiva di una precedente sentenza del Tar sul medesimo oggetto.

«Questa decisione - ha affermato l'assessore - ha aperto la strada a un'ormai prossima pronuncia del Tar Brescia, che permetta a Regione Lombardia di sostituirsi, con poteri commissariali, alla Provincia di Bergamo nell'autorizzazione delle attività estrattive e nella revisione del Piano stesso. È il primo passo concreto, finalmente, per il superamento di problemi che si trascinano ormai da anni».

Circa la presentazione del Prs l'assessore ha detto che «è stato un momento importante per l'avvio di questa nuova Giunta regionale, che ho voluto condividere con i rappresentanti del mio territorio». (Ln)

a.ceresoli

© riproduzione riservata