Giovedì 27 Giugno 2013

Scomparso in Sardegna 7 giorni fa
Trovato il corpo di Maurizio Fornari

È di Maurizio Fornari, 44enne originario di Torre Boldone e residente da anni a Cagliari, il corpo senza vita trovato mercoledì 26 giugno sotto il ponte Cuggiari, nel tratto a scorrimento veloce che collega Valledoria a Badesi, in Sardegna.

Fornari era scomparso una settimana fa dal capoluogo sardo in preda ad una crisi depressiva. A poca distanza dal cadavere è stata ritrovata la sua auto: dentro il documento d'identità. L'uomo è stato trovato senza vita poco prima della mezzanotte dai carabinieri.

A insospettire i carabinieri è stata la presenza di una Fiat Punto chiusa a chiave parcheggiata a pochi metri dal cavalcavia: il corpo dell'uomo è stato trovato sul fondo, in un campo di mais a 30 metri dalla strada.

Fornari, ex lavoratore della Sardinia Green island, aveva fatto perdere le sue tracce sette giorni fa. Doveva presentarsi ad una riunione sindacale per discutere del futuro dell'azienda in cui lavorava, chiusa da quattro anni e in attesa delle autorizzazioni regionali per la creazione di un impianto termodinamico a Vallermosa. Prima di sparire aveva lasciato anche un biglietto sul tavolo di casa sua ed era poi uscito dalla finestra, lasciando il portone di casa chiuso dall'interno.

La notizia della scomparsa dell'uomo era rimbalzata anche a Torre Boldone, il paese di cui è originario Fornari. Nella nostra provincia ha ancora qualche cugino e diversi amici, mentre i genitori e il fratello sono morti. L'uomo, elettricista, si era trasferito in Sardegna stabilmente da quasi 25 anni: durante il servizio militare sull'isola aveva conosciuto quella che poi è diventata sua moglie e la madre dei suoi figli.

A Torre Boldone è tornato diverse volte per far visita ai familiari, l'ultima nell'agosto del 2007 per partecipare al funerale del fratello Diego, morto a 44 anni in un tragico incidente stradale in moto a Carobbio degli Angeli. Negli anni successivi Fornari ha fatto raramente ritorno in paese.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata