Sabato 29 Giugno 2013

Truffatore ruba un milione di euro
Valigetta coi soldi ritrovata a Udine

Il truffatore che, spacciandosi per un imprenditore bergamasco, giovedì ha rubato un milione di euro in contanti contenuto in una valigetta a un imprenditore austriaco (vero) che intendeva concludere un affare, ha lasciato una traccia: ha abbandonato a sua volta una valigetta contenente 650 mila franchi svizzeri.

Questa valigetta e il suo contenuto sono al vaglio della Squadra mobile di Udine che indaga sul raggiro, coordinata dal pubblico ministero Elisa Calligaris che ha aperto un fascicolo con l'ipotesi di reato di truffa a carico di ignoti. Le banconote saranno analizzate per verificare se si tratti di denaro falso, come si sospetta. Verranno anche cercate impronte digitali per individuare il truffatore, presentatosi all'industriale austriaco con il nome di un imprenditore di Bergamo, amministratore di due società in Lombardia (estraneo alla vicenda). Tutto è successo in un bar di Udine dove i due si sono incontrati per concludere una trattativa iniziata via Internet.

L'italiano stando alle prime ricostruzioni, avrebbe dovuto acquisire una quota dell'azienda austriaca pari a oltre 20 milioni di euro. Il vero imprenditore si è presentato con la grossa somma in contanti per i costosi adempimenti amministrativi che sarebbero serviti per la compravendita. Ma non appena ha estratto la valigetta, il finto imprenditore gliel'ha strappata di mano ed è fuggito. Gli inquirenti intendono risentire la vittima del raggiro, che ha raccontato di essere alla ricerca di un finanziatore disposto a entrare in affari per l'apertura di punti vendita in Europa di una catena di negozi di cosmetici, e di essere arrivato all'italiano grazie a un altro austriaco di cui si fidava.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags