Sabato 29 Giugno 2013

Valbondione vende la «sua» neve
All'asta le quote di Berghem Ski

Consiglio comunale tutto dedicato all'acqua nei suoi due stati a noi più noti, quello di Valbondione. Nell'ultima seduta – in attesa della prossima convocazione, il 1° luglio alle 18,30 su opere pubbliche, bilancio, Imu e alienazioni – si è infatti discusso di Uniacque (e relativa acqua del rubinetto), ma anche delle società Berghem Ski e Sviluppo Turistico Lizzola, la prima incaricata di seguire l'iter del comprensorio sciistico che unirà Lizzola a Colere, mentre la seconda gestisce la stazione di Lizzola. In una parola: neve. Partendo dall'acqua allo stato solido, si è parlato della cessione delle partecipazioni in Berghem Ski Srl (quota pari al 14,09%) e in Sviluppo Turistico Lizzola Spa (quota pari al 41,08%).

Come spiegato dal segretario comunale, i Comuni con popolazione inferiore a 30 mila abitanti non possono detenere partecipazioni in società. Da qui la proposta di porre in vendita, con asta ed entro fine settembre, le quote di Berghem Ski (zero euro a base d'asta) e di Stl (1 milione 238.155 euro a base d'asta). Sull'argomento si è aperta una approfondita discussione. Il Consiglio comunale, all'unanimità, ha quindi deciso di rimandare l'approvazione del punto. E ha deciso, sempre all'unanimità, di costituire un Gruppo tecnico di valutazione composto dai tre rappresentanti della minoranza e da altrettanti della maggioranza, oltre a un commercialista e al segretario comunale, «per analizzare il valore da porre a base d'asta, che consideri non solo l'attuale patrimonio netto quanto anche le prospettive economiche future» si legge nella delibera.

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 29 giugno

fa.tinaglia

© riproduzione riservata