Giovedì 04 Luglio 2013

Condominio moroso, basta corrente
E il disabile chiede aiuto ai pompieri

Un bel pandemonio ieri pomeriggio a Seriate, in via Marconi 40, nello stabile accanto all'ex sede amministrativa dell'azienda ospedaliera. In azione due unità dei vigili del fuoco, e due della polizia locale. Una decina di pompieri in tutto, all'opera non per la funzione primaria a che fare col fuoco, ma per risolvere una situazione incresciosa: un uomo disabile bloccato fuori del condominio in cui abita, impossibilitato a salire nel suo appartamento a causa dell'interruzione improvvisa della corrente elettrica.

E non per un guasto: l'erogazione staccata al condominio per mancato pagamento di due bollette. E sono rimaste senza luce tutte le parti comuni: le scale, l'ascensore e anche i televisori in casa.

Con questa situazione Angelo Roberto Signorelli, 55 anni, disabile grave uscito di casa al mattino verso le 9 e sceso normalmente con l'ascensore, al rientro verso mezzogiorno, con il suo car semovente è rimasto a terra, fuori casa, impossibilitato a raggiungere il suo appartamento al 5° piano. I condòmini e in particolare la caposcala, hanno detto di essersi attivati subito presso l'amministratore (uno studio di Bergamo) per imporgli di pagare le bollette scadute in modo che poi sarebbe stata riattivata la fornitura.

Leggi di più su L'Eco di Bergamo in edicola

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags