Venerdì 05 Luglio 2013

«Svuota carceri», Bandera protesta
«Lascio la delega alla sicurezza»

«In un momento in cui è sempre più difficile garantire la sicurezza dei propri cittadini provvedimenti come il decreto svuota carceri mi lasciano senza parole...». L'assessore Massimo Bandera è amareggiato. È in quel di Laigueglia, in vacanza con la famiglia. Dovrebbero essere giorni di riposo, giorni per staccare la spina. E invece....«Invece ho deciso di rassegnare la delega alla sicurezza, come segno di protesta».

Un fulmine a ciel sereno finito dritto a Palazzo Frizzoni. «Stamattina (ieri per chi legge ndr) l'ho comunicato al sindaco per telefono» spiega. Una decisione «che non ha nulla a che vedere con problemi legati all'amministrazione o alla delega che mi è stata assegnata».

Piuttosto un «gesto forte» maturato sull'onda della protesta del Carroccio contro il decreto che dovrebbe svuotare le carceri di 6.000 detenuti, una cinquantina a Bergamo. «È un gesto di protesta forte contro un disegno di legge che ci vede fortemente critici. Prevede che tutta una serie di reati siano depenalizzati e rimette in libertà persone che dovevano scontare fino a sei anni». Bandera non ci sta.

«Misure di questo tipo mettono in seria difficoltà le amministrazioni che vogliono garantire la sicurezza, un problema che vivo sulla mia pelle. Ma anche le forze dell'ordine che nella nostra provincia devono fare i conti con organici sottodimensionati». Da qui la protesta. «Un grido di allarme che speriamo qualcuno a Roma possa cogliere. Non ci sono altre motivazioni» rassicura l'assessore che a marzo è subentrato a Cristian Invernizzi, eletto alla Camera. E in Comune come l'hanno presa? Franco Tentorio è tranquillo.

«Le dimissioni mi sono state annunciate, ma non sono state formalizzate. Sono d'accordo con Bandera che ne discuteremo al suo ritorno dalle vacanze. Sono convinto che ci sarà un confronto costruttivo, ma alla fine risolveremo la questione». E aggiunge: «È un gesto eclatante per sottolineare l'opposizione della Lega al decreto, escludo che ci siano ragioni che riguardano l'amministrazione». Appuntamento tra poco più di una settimana.

Vanessa Santinelli

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags