Venerdì 12 Luglio 2013

Legittimi o naturali? No solo figli
Letta: «E' un fatto di civiltà»

«Abbiamo approvato e inviato al Parlamento per il completamento finale il decreto legislativo sulla filiazione. È un grande passo avanti verso la civiltà: con oggi scompare la distizione tra diverse categorie di figli. Non esistono più figli di serie A e di serie B. È un fatto di civilità. Da oggi esistono solo figli senza aggettivi. Finiscono drammi umani che ci sono stati nel passato».
Lo dice il premier, Enrico Letta, parlando in conferenza stampa a palazzo Chigi al termine del Consiglio dei ministri.

Il decreto legislativo in materia di filiazione all'esame del governo, prevede la "modifica normativa vigente al fine di eliminare ogni residua discriminazione rimasta nel nostro ordinamento fra i figli nati nel e fuori dal matrimonio, così garantendo la completa eguaglianza giuridica degli stessi".

Il testo, composto da 4 titoli, introduce "il principio dell'unicità dello stato di figlio, anche adottivo" e conseguentemente "l'eliminazione dei riferimenti presenti nelle norme ai figli legittimi ed ai figli naturali e la sostituzione degli stessi con quello di figlio"; il principio "per cui la filiazione fuori dal matrimonio produce effetti successori nei confronti di tutti i parenti e non solo con i genitori"; "la sostituzione della nozione di potestà genitoriale con quella di responsabilità genitoriale, la modifica delle disposizioni di diritto internazionale privato con la previsione di norme di applicazione necessaria in attuazione del principio dell'unificazione dello stato di figlio".

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags