Domenica 28 Luglio 2013

Con oggi siamo al top dell'estate
Da metà settimana si torna a respirare

«In queste ore l'Italia subisce l'acuto di questa seconda intensa ondata di calore africana dell'Estate 2013, con una vera e propria lingua d'aria rovente che si spinge sul nostro Paese direttamente dal deserto algerino». A dirlo il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara, che aggiunge: «Soffriremo ancora caldo e afa alle stelle con elevata sensazione di disagio fisico».

Molte le città con allarme rosso, tra cui Venezia, Milano, Bologna, Firenze, Perugia, Roma, Napoli, Foggia, Reggio Calabria. Le temperature sfioreranno punte di 38-40°C, specie sulle aree interne del Centrosud, mentre quelle percepite potranno addirittura superare picchi di 45-47°C.

Qualche temporale rinfrescante è atteso al Nord lunedì, specie sulle Alpi; tali fenomeni potranno risultare anche molto forti, con rischio di violente grandinate con chicchi di grosse dimensioni. «Non solo di giorno, ma si soffrirà anche di notte, specie nelle grandi città, dove le temperature a stento scenderanno sotto i 26-27°C con elevata umidità - avverte Ferrara di 3bmeteo.com - Oltre alla spossatezza e ai vari malesseri fisici, si aggiunge dunque il rischio insonnia».

I consigli utili su come difendersi da caldo e afa sono semplici: idratarsi molto, seguire una dieta a base di cibi freschi e ricchi di acqua (quindi frutta e verdura), ventilarsi per facilitare la traspirazione della pelle; il nostro corpo infatti si rinfresca grazie all'evaporazione del sudore, che tuttavia viene ostacolata in caso di elevata umidità (per questo soffriamo di più con l'afa ). Quindi utilizzare i condizionatori ma senza esagerare, in quanto gli sbalzi termici possono essere davvero micidiali; meglio usarli come deumidificatori.

E, ancora, areare la propria abitazione possibilmente in prossimità dell'alba, quando si raggiunge la temperatura minima, per poi tenere chiuse finestre e persiane nelle ore centrali della giornata. Un'ultima nota sull'abbigliamento: il più leggero possibile, quindi buoni il cotone e il lino, ma evitare i colori scuri, che attirano maggiormente i raggi solari.

«Da metà della prossima settimana la canicola allenterà la sua morsa e torneremo a respirare - conclude l'esperto di 3bmeteo.com - grazie a più secchi venti settentrionali che faranno calare le temperature anche di 5-6°C a partire dal Centronord. Il caldo sarà comunque ancora piuttosto intenso, ma finalmente meno umido e quindi più sopportabile. Una nuova vampata di calore africana potrebbe invece tornare ad interessarci i primi di agosto».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags