Giovedì 05 Settembre 2013

Smog: volano i livelli di ozono
Attenti, è pericoloso per la salute

La concentrazione di ozono nell'aria che respiriamo è ancora una volta sopra i livelli previsti dalla normativa. L'ozono è in grado di attaccare i tessuti dell'apparato respiratorio provocando irritazioni agli occhi e alla gola, tosse e riduzione della funzionalità polmonare.

La soglia di informazione è di 180 microgrammi per metrocubo, la soglia di allarme è di 240 microgrammi per metrocubo. Dopo i livelli massimi toccati all'inizio di agosto, complice il caldo settembrino e il ritorno del traffico, la situazione torna a peggiorare, in particolare a Bergamo e a Calusco d'Adda.

Se in inverno il pericolo per l'inquinamento dell'aria è costituito da traffico, riscaldamento e condizioni meteorologiche avverse che favoriscono la formazione dalle famigerate polveri sottili, in estate - in particolare con temperature molto alte - il rischio per la salute è rappresentato proprio dall'ozono, la cui concentrazione è più elevata nelle ore pomeridiane.

Le categoria di persone più a rischio sono in primis i bambini perché in estate trascorrono molto tempo all'aria aperta e hanno maggiori probabilità di sviluppare fenomeni asmatici o altre malattie respiratorie. Ma anche i soggetti sani che praticano attività fisica all'aperto, le persone con malattie respiratorie e quelle con una particolare suscettibilità all'ozono devono prestare molta attenzione.

La raccomandazione principale è di evitare attività all'aperto nelle ore di maggiore insolazione e dunque generalmente dalle 12 alle 16. Una dieta ricca di sostanze antiossidanti (principalmente frutta e verdura di stagione) è di grande importanza per limitare gli effetti dell'ozono.

Nell'allegato tutti i consigli utili per combatterlo

r.clemente

© riproduzione riservata