L'avvocato? Tra gli scaffali
Il giovedì è in servizio alla Coop

A partire da giovedì 26 settembre e per tutti i giovedì, dalle ore 15.30 alle 17.30, Presso il supermercato Coop di Bergamo, via Autostrada, da oggi è attivo il nuovo servizio di orientamento legale.

L'avvocato? Tra gli scaffali Il giovedì è in servizio alla Coop

A partire da giovedì 26 settembre e per tutti i giovedì, dalle ore 15.30 alle 17.30, Presso il supermercato Coop di Bergamo, via Autostrada, da oggi è attivo il nuovo servizio di Orientamento Legale.

COS'E' IL SERVIZIO DI ORIENTAMENTO LEGALE? Il servizio di orientamento legale è svolto su appuntamento presso numerosi punti vendita in giorni e orari prestabiliti, dove il socio Coop può richiedere consigli e indicazioni su problemi di responsabilità civile e risarcimento danni; diritto di famiglia (separazioni, divorzi, filiazione, ecc.); diritto delle locazioni e condominio; diritto commerciale, contratti e societario; recupero crediti e contenzioso civile; diritto tributario e contenzioso fiscale; diritto immobiliare, urbanistica e edilizia; diritto amministrativo; diritto civile in generale.

Il servizio è fornito da avvocati che si riconoscono nei fini cooperativi e che hanno messo a disposizione dei soci la loro professionalità, offre una consulenza gratuita e l'avvio di una eventuale pratica è poi a totale discrezione del socio.

Dicono i promotori: «Siamo stati pionieri in questo campo di servizi rivolti ai soci e anticipatori di una innovazione della professione di avvocato come il cosiddetto "Legal Shop" una formula già da anni significativamente radicata in altri paesi Europei, tra cui, spicca la Gran Bretagna, dove coesiste con formule più tradizionali di studi professionali. In Italia si stanno facendo strada realtà di questo tipo, vincendo le iniziali resistenze della cultura tradizionale. Il nostro obiettivo era di offrire un servizio ai soci per rimuovere le barriere che spesso frenano il cittadino a rivolgersi al professionista, quali tipicamente la difficoltà di ottenere un incontro e di formarsi un'idea sufficientemente chiara dei costi che si dovranno sostenere, inoltre la professione legale sconta spesso un linguaggio ancora troppo arcaico e poco comprensibile all'utenza, sempre più abituata invece a confrontarsi con un contesto dove i messaggi devono essere chiari, sintetici e immediati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA